Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

1

Share

Download to read offline

Corso Linkedin

Download to read offline

Linkedin: un social business oriented. Conosciamolo e iniziamo a utilizzarlo per lavorare meglio.

Related Books

Free with a 30 day trial from Scribd

See all

Corso Linkedin

  1. 1. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e lInkedin Pillole formative
  2. 2. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e Evoluzione del network Parte I
  3. 3. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e BUSINESS NETWORK Linkedin è un business network nato per offrire ai suoi iscritti la possibilità di creare opportunità di business. Il termine business networking o “fare rete di affari” è una attività socio economica per la quale gruppi di individui con medesimi interessi si riconoscono, creano e agiscono attorno ad opportunità di business.
  4. 4. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e BUSINESS NETWORK Può avvenire in modo “istituzionale“, ad esempio attraverso le reti commerciali, i meeting e gli eventi aziendali o in modo “informale“, con club e associazioni quali, a titolo di esempio, i Lions e Rotary Club. L’avvento di Internet e del social web ha esteso la possibilità del business networking informale dando l’opportunità a ciascuna persona di creare la propria rete di relazioni e di raggiungere contatti che, in passato, richiedevano un maggiore impegno di tempo e risorse.
  5. 5. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e CENNI STORICI Anno di ideazione: 2002* Fondatore: Reid Hoffman (già fondatore di PayPal) Obiettivo: piattaforma per la pubblicazione di CV e progetti Servizi Premium: 2005 Internazionalizzazione: 2008 lingua francese e spagnolo Quotazione in borsa: 2011 Wall Street Pubblicazione versione italiana: 2011 Diffusione: oltre 200 paesi * Ancora non esistevano Facebook eTwitter. Economia reduce dalla bolla della new economy.
  6. 6. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e EVOLUZIONE DI LINKEDIN fonte: Linkedin History 2003
  7. 7. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e EVOLUZIONE DI LINKEDIN fonte: Linkedin History 2004
  8. 8. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e EVOLUZIONE DI LINKEDIN fonte: Linkedin History 2005
  9. 9. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e EVOLUZIONE DI LINKEDIN fonte: Linkedin History 2006
  10. 10. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e EVOLUZIONE DI LINKEDIN fonte: Linkedin History 2007
  11. 11. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e EVOLUZIONE DI LINKEDIN fonte: Linkedin History 2008
  12. 12. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e EVOLUZIONE DI LINKEDIN fonte: Linkedin History 2009
  13. 13. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e EVOLUZIONE DI LINKEDIN fonte: Linkedin History 2010
  14. 14. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e EVOLUZIONE DI LINKEDIN fonte: Linkedin History 2011
  15. 15. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e EVOLUZIONE DI LINKEDIN fonte: Linkedin History 2012
  16. 16. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e EVOLUZIONE DI LINKEDIN fonte: Linkedin History 2013
  17. 17. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e EVOLUZIONE DI LINKEDIN fonte: Linkedin History Oggi
  18. 18. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e LA CRESCITA DI LINKEDIN fonte: press.linkedin.com
  19. 19. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e i sei gradi di separazione Parte II
  20. 20. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e
  21. 21. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e I 6 GRADI DI SEPARAZIONE Secondo la teoria dei sei gradi di separazione qualunque persona può essere collegata a qualunque altra attraverso una catena di conoscenze con non più di 5 intermediari. La teoria fu proposta per la prima volta nel 1929 dallo scrittore ungherese Frigyes Karinthy. Negli 1967 fu testata empiricamente attraverso la “teoria del mondo piccolo”: il sociologo Stanley Milgram selezionò casualmente un gruppo di americani del Midwest e chiese loro di mandare un pacchetto a un estraneo che abitava nel Massachusetts, a diverse migliaia di chilometri di distanza. Ognuno di essi conosceva il nome del destinatario, il suo impiego, e la zona in cui risiedeva, ma non l'indirizzo preciso.
  22. 22. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e I 6 GRADI DI SEPARAZIONE Quella persona avrebbe fatto lo stesso, e così via, fino a che il pacchetto non fosse stato personalmente consegnato al destinatario finale. I promotori dello studio si aspettavano che il completamento della catena avrebbe richiesto perlomeno un centinaio di intermediari, mentre invece si rilevò che i pacchetti, per giungere al destinatario, richiesero in media solo tra i cinque e i sette passaggi. Le scoperte di Milgram furono quindi pubblicate in PsychologyToday e da esse nacque l'espressione sei gradi di separazione.
  23. 23. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e I 6 GRADI DI SEPARAZIONE Nel 2011, un gruppo di informatici dell'Università degli studi di Milano, in collaborazione con due informatici di Facebook, ha effettuato un esperimento su scala planetaria per calcolare il grado di separazione tra tutte le coppie di individui su Facebook. In media, i gradi di separazione sono 4.74, molto meno di quanto l'esperimento di Milgram facesse pensare. Il 92% delle coppie è separato da non più di 4 gradi. Chiedendo alle persone giuste si può arrivare dovunque!
  24. 24. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e LA FORZA DEI LEGAMI DEBOLI Nel 1970 il sociologo statunitense Mark Granovetter ha pubblicato due articoli dedicati alle modalità con cui le persone cercano e trovano lavoro, avanzando l’ipotesi che i risultati maggiori nelle azioni di ricerca provengano da cosiddetti legami deboli. Secondo Granovetter la società è strutturata in cluster (gruppi) altamente connessi, o cerchie molto ristrette di amici dove tutti conoscono tutti. 
 
 Pochi legami con l’esterno mettono in contatto i differenti gruppi di aggregazione con il resto del mondo.
  25. 25. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e LA FORZA DEI LEGAMI DEBOLI Nella ricerca di nuova opportunità di lavoro è utile uscire fuori dalla cerchia di amicizie note per affidarsi a legami deboli in grado di aprire la comunicazione verso altri cluster o gruppi di individui. Quando siamo alla ricerca di lavoro o di nuove opportunità pertanto non bisogna limitarsi a comunicarlo solo alla nostra cerchia di amici intimi e conoscenti. Distinguiamo pertanto: legami forti: le relazioni sociali continue e forti, che però tendono a creare gruppi ristretti di persone. legami deboli: le relazioni meno frequenti con le persone più distanti, ovvero gli amici degli amici degli amici
  26. 26. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e LA FORZA DEI LEGAMI DEBOLI Secondo questa teoria, pertanto, sono i legami deboli che ci mettono in condizione di trovare quello che cerchiamo. Sono molto più numerosi e ci permettono di uscire dal solito cerchio di conoscenze.
  27. 27. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e I GRADI DI SEPARAZIONE IN LINKEDIN Linkedin identifica e cataloga le persone all’interno del nostro network personale attraverso 3 diversi gradi di separazione: 1°grado - contatti diretti, persone direttamente collegate a noi (amici, colleghi, ex colleghi, vecchi compagni di scuola o università) 2°grado - persone collegate a un nostro collegamento di primo livello 3°grado - persone collegate a un collegamento di 2°livello
 in questo ultimo caso è possibile comunicare con questa persona esclusivamente attraverso collegamenti intermedi
  28. 28. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e perché linkedin? Parte III
  29. 29. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e 5 COSE CHE SI POSSONO FARE CON LINKEDIN #1Trovare nuovi clienti #2Trovare un nuovo lavoro #3Trovare nuovi candidati #4Tenervi aggiornati #5 Migliorare la reputazione
  30. 30. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e COSA PENSANO GLI UTILIZZATORI?
  31. 31. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e PERCHÉ ISCRIVERSI A LINKEDIN? L’87% degli iscritti ha fiducia in Linkedin come fonte di informazioni che influenzano il processo decisionale. fonte: marketing.linkedin.com
  32. 32. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e PERCHÉ ISCRIVERSI A LINKEDIN? fonte: marketing.linkedin.com Il 49% deli utenti trova Linkedin una buona fonte di passaparola di informazioni sull’esperienza di marca
  33. 33. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e PERCHÉ ISCRIVERSI A LINKEDIN? fonte: marketing.linkedin.com Linkedin è considerato molto o estremamente importante per la crescita da oltre il 60% degli utilizzatori fonte: marketing.linkedin.com
  34. 34. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e la nostra prima volta Parte IV
  35. 35. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e ERRORI COMUNI DA EVITARE… Avere foto vecchie o non averne Lasciare al caso il testo del sommario personale Avere pochi collegamenti
  36. 36. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e …E CONSIGLI RAPIDI Gestire attivamente il network Attivare conversazioni interessante e utili Cercare le persone anche fuori dalla rete 
 (no spam) Monitorare i risultati
  37. 37. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e CREAZIONE DEL PROFILO
  38. 38. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e CREAZIONE DEL PROFILO
  39. 39. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e CREAZIONE DEL PROFILO
  40. 40. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e CREAZIONE DEL PROFILO
  41. 41. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e CREAZIONE DEL PROFILO
  42. 42. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e CREAZIONE DEL PROFILO
  43. 43. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e CREAZIONE DEL PROFILO
  44. 44. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e CREAZIONE DEL PROFILO
  45. 45. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e CREAZIONE DEL PROFILO
  46. 46. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e CREAZIONE DEL PROFILO
  47. 47. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e CREAZIONE DEL PROFILO
  48. 48. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e FREE O PREMIUM? creazione e gestione della rete professionale richiedere e fornire segnalazioni richiedere fino a 5 presentazioni alla volta cercare e visualizzare i profili di altri utenti ricevere messaggi InMail illimitati visualizzare 100 risultati per ricerca salvare fino a 3 ricerche e ricevere notifiche settimanali Linkedin consente a tutti gli utenti l’accesso gratuito attraverso un account BASIC. Ecco le funzionalità:
  49. 49. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e FREE SALES EXECUTIVE PRO Chi ha visitato il tuo profilo? Limitato Compreso Compreso Profili completi Limitato al 2°grado Compreso Compreso Vista completa del nome dei collegamenti di 3°grado No Compreso Compreso Messaggi InMail No 25 al mese 50 al mese Presentazioni 5 35 50 Open Profile 
 (consente di vedere a tutti il profilo e contattarti) No Compreso Compreso Ricerca Premium (fino a 8 filtri) No 8 8 Profili mostrati per ricerca 100 700 1000 Avvisi di ricerche salvate 3 a settimana 10 al giorno 15 al giorno Ricerca referenze No Compreso Compreso Lead Builder No Compreso Compreso Candidatura in primo piano No No Compreso GRATIS 59,99 € / mese 299,99 € / mese ABBONAMENTI PREMIUM
  50. 50. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e FREE SALES EXECUTIVE RECRUITER LITE RECRUITER CORP. Chi ha visitato il tuo profilo? Limitato Compreso Compreso Compreso Visibilità completa della rete No No Compreso Compreso Messaggi InMail No 25 al mese 50 al mese 50 al mese Design specifico per la selezione No No Compreso Compreso Gestione pool dei candidati 
 (monitoraggio note,messaggi) No No Compreso Compreso App Mobile recruiter No No Compreso Compreso Ricerca follower aziendali No No No Compreso Visibilità completa al di fuori della rete No No No > 300 mil. Strumenti collaborazione team No Si No Compreso GRATIS 59,99 € / mese 74,95 € / mese 549,95 € / mese ABBONAMENTI PREMIUM PER RECRUITER
  51. 51. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e miglioriamo il nostro profilo ParteV
  52. 52. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e MIGLIORARE IL PROPRIO PROFILO
  53. 53. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e IL PROFILO PUBBLICO
  54. 54. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e IL PROFILO PUBBLICO Quando si disattiva il profilo pubblico la rimozione dai risultati dei motori di ricerca potrebbe richiedere diverse settimane. URL del profilo: Lunghezza: tra 5 e 30 caratteri max Solo lettere o numeri Non sono ammessi spazi, simboli o caratteri speciali L’URL potrebbe non essere disponibile Modificabile max 5 volte ogni 180 giorni Gli URL modificati non possono essere usati da altri membri per 180 giorni BADGE del profilo: Per includere il link al proprio profilo pubblico su email e documenti.
  55. 55. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e IL PROFILO PERSONALE Dopo aver inserito le esperienze lavorative è ancora possibile migliorare il proprio profilo, aggiungendo, ad esempio, momenti di volontariato. premi o corsi. Facciamolo sapere al nostro network!
  56. 56. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e IL PROFILO PERSONALE: PROGETTI È molto utile far conoscere i progetti a cui abbiamo collaborato. Questo aiuta a ricevere endorcement e segnalazioni.
  57. 57. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e IL PROFILO PERSONALE: SEGNALAZIONI
  58. 58. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e A chi chiedere una segnalazione? superiori colleghi professori clienti fornitori persone con cui riteniamo di aver fatto un ottimo lavoro Attenzione! Le segnalazioni non saranno visibili sul profilo pubblico IL PROFILO PERSONALE: SEGNALAZIONI
  59. 59. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e Personalizzare sempre TUTTI i messaggi che si inviano attraverso Linkedin. IL PROFILO PERSONALE: SEGNALAZIONI
  60. 60. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e GLI ENDORSEMENT Questa funzione (nella sezione Competenze ed esperienze) permette ai nostri contatti di confermare una competenza che noi stessi abbiamo inserito attribuendo ad essa un punto. Queste competenze, grazie al nuovo layout, hanno visivamente l’aspetto di tag: una volta che il nostro contatto clicca su questi tag, saremo avvisati e starà a noi decidere se pubblicare o meno questa sorta di “raccomandazione veloce”. Quando avremo acconsentito, a fianco della nostra competenza comparirà il numero di volte che abbiamo ricevuto conferma assieme a una miniatura della foto delle persone che si rendono così riconoscibili.
  61. 61. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e Linkedin afferma che chi riceve endorsement ha possibilità 4 volte superiori rispetto ad altri di essere trovato e scelto.
 Per usarli al meglio: GLI ENDORSEMENT rivedere periodicamente i propri skill modificare gli endorsement ricevuti (potrebbero non essere coerenti) restituire il favore essere sempre sinceri
  62. 62. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e FUNZIONALITÀ principali ParteVI
  63. 63. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e MESSAGGI, NOTIFICHE E RICHIESTE
  64. 64. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e VISUALIZZARE I COLLEGAMENTI
  65. 65. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e IL MENÙ “COLLEGATI” Chiedi a qualcuno di presentarti Scrivere sempre una presentazione adeguata Le presentazioni sono gratuite, e servono per chiedere di entrare in contatto con persone separate da 2 o più gradi di separazione. La persona che presenta deve essere un collegamento di primo grado. Le presentazioni scadono dopo 6 mesi se non ottengono nessuna risposta da parte del destinatario. Sono in numero limitato.
  66. 66. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e IL MENÙ “COLLEGATI” Invia un messaggio InMail I suggerimenti di Linkedin sono giusti e giustificati. Seguiamoli!
  67. 67. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e La risposta è garantita con i messaggi InMail. Se entro 7 giorni il destinatario non risponde al messaggio ricevuto attraverso InMail, LinkedIn rimborserà il credito InMail sul proprio account. 
 I crediti InMail non utilizzati verranno accumulati fino un massimo di 90 giorni durante il periodo dell'abbonamento. IL MENÙ “COLLEGATI”
  68. 68. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e IL MENÙ “COLLEGATI”
  69. 69. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e IL MENÙ “COLLEGATI” Condividi Personalizzare sempre TUTTI i messaggi che si inviano attraverso Linkedin. Indirizzo email del destinatario
  70. 70. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e IL MENÙ “COLLEGATI” Trova referenze Indica il numero di collegamenti di un utente che hanno fornito una segnalazione per il lavoro svolto da quest'ultimo. L'icona blu e il numero di collegamenti sottostante mostrano il numero di collegamenti di fiducia dell'utente.
  71. 71. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e IL MENÙ “COLLEGATI” Collegati Personalizzare sempre TUTTI i messaggi che si inviano attraverso Linkedin.
  72. 72. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e MANI IN PASTA Scriviamo dei brevi testi per: richiedere una segnalazione per un nostro progetto richiedere a qualcuno che non conosciamo di entrare in rete richiedere a qualcuno che conosciamo di entrare in rete condividere un contatto con qualcuno altro chiedere una presentazione
  73. 73. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e SCRIVERE LA RICHIESTA DI CONTATTO Tutti gli esperti nella ricerca di lavoro spiegano che mandare lo stesso curriculum vitae a tutte le aziende è un grande errore.Allo stesso modo, commettiamo un grosso errore nel mandare a tutti come richiesta di contatto quello prefabbricato da Linkedin. Le persone ricevono molte richieste di contatto, potrebbero quindi non conoscerci o non avere il tempo per capire chi siamo, decidendo subito per la cancellazione del messaggio. 

  74. 74. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e SCRIVERE LA RICHIESTA DI CONTATTO La struttura ideale della richiesta è la seguente: chi siamo cosa abbiamo in comune perché cerchiamo il contatto invito ad accettare la richiesta mostrandosi aperti a future collaborazioni L’ideale è non superare le 10 righe di testo, per consentire una lettura veloce.
  75. 75. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e UN ESEMPIO Buongiorno MARIO ROSSI, sono FRANCO BIANCO, e mi occupo di XXXXXXXXXX presso YYYYYY.
 - Ho notato che anche tu (lei) hai frequentato l’università degli studi di Torino durante il periodo XXXXX
 oppure - Ho letto nel tuo (suo) profilo che anche tu (lei) hai collaborato con l’azienda YYYYY Poiché anche io (l’azienda per cui lavoro) si sta occupando di ZZZZZZ mi piacerebbe condividere con te (lei) alcune informazioni. Per questa ragione ti (le) chiedo di entrare nella mia rete Linkedin. Grazie e buona giornata (serata)
  76. 76. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e RINGRAZIAMENTI Buongiorno XXXXXXX, ti (la) ringrazio per aver condiviso il suo profilo Linkedin. Qui di seguito puoi (può) trovare i miei riferimenti e alcuni link utili per mettersi in contatto con me e con lo staff di ABC Interactive. Buona giornata Alessandro Papa Direttore Marketing ABC Interactive Rivoli (TO) via Roma 106 mail: a.papa@abcinteractive.it tel: +39 011 19509037 http://www.abcinteractive.it/ http://blog.abcinteractive.it/ facebook: https://www.facebook.com/abcinteractive twitter @ABCLABS https://twitter.com/ABCLABS Quando riceviamo degli inviti o qualcuno ne accetta uno nostro è buona abitudine ringraziare sempre con un messaggio personalizzato. Ecco un esempio:
  77. 77. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e i gruppi lInkedin ParteVII
  78. 78. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e I GRUPPI Follow the tribe! I gruppi sono comunità di pratica e rappresentano uno degli strumenti migliori di segmentazione dei partecipanti sui social network. Come fare per conoscere chi lavora o si interessa di formazione? È sufficiente fare una ricerca per gruppi digitando la parola “formazione”: Linkedin ci mostrerà una serie di risultati che rappresentano il target di riferimento.
  79. 79. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e PERCHÉ SONO COSÌ IMPORTANTI? Sono luoghi in cui si ha la possibilità di conoscere meglio il proprio mercato. Partecipando alle discussioni si aumentano i propri skill.. si conoscono tendenze… ecc…ecc.. Ma è davvero questa la cosa più importante?
  80. 80. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e PERCHÉ SONO COSÌ IMPORTANTI? Attraverso i gruppi è possibile far crescere la propria rete di contatti!!!
  81. 81. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e L’unico modo per aggiungere contatti diretti (1°livello) alla propria rete e conoscere l’email della persona, oppure partecipare a uno stesso gruppo! È possibile inviare un numero illimitato di email a tutti coloro che sono nello stesso gruppo con noi. Il valore di un gruppo si può misurare con l’espressione: VG = N * I * q VG = valore del gruppo 
 N = numero di partecipanti al gruppo I = interazione / livello di partecipazione q = qualità delle conversazioni PERCHÉ SONO COSÌ IMPORTANTI?
  82. 82. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e CREAZIONE DI UN NUOVO GRUPPO Linkedin permette di creare due differenti tipologie di gruppi: Gruppi aperti Gruppi per soli membri La differenza principale è chi può vedere le discussioni. Le discussioni dei gruppi per soli membri possono essere visualizzate solo dagli altri membri del gruppo. Le discussioni dei gruppi aperti possono essere visualizzate da tutti sul Web, e possono essere condivise su altre piattaforme di social networking.
  83. 83. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e GRUPPI CHIUSI Nei gruppi per soli membri: è obbligatorio essere membri di Linkedin per aderire le discussioni non sono visualizzate nei motori di ricerca le discussioni sono visibili solo ai membri del gruppo l’amministratore può trasformarlo una sola volta, irreversibilmente, in un gruppo aperto
  84. 84. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e GRUPPI PUBBLICI Nei gruppi aperti: è obbligatorio essere membri di Linkedin per aderire le discussioni create prima del cambiamento a un gruppo aperto sono archiviate e visibili solo ai membri del gruppo le discussioni create dopo il cambiamento in un gruppo aperto sono ricercabili e visibili a tutti sul Web le discussioni possono essere condivise su siti di social networking Gli amministratori del gruppo possono approvare i contributi di membri di LinkedIn che non sono membri del gruppo.
  85. 85. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e CREAZIONE DI UN NUOVO GRUPPO
  86. 86. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e CREAZIONE DI UN NUOVO GRUPPO
  87. 87. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e CREAZIONE DI UN NUOVO GRUPPO
  88. 88. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e CREAZIONE DI UN NUOVO GRUPPO
  89. 89. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e GESTIONE DI UN GRUPPO
  90. 90. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e INVITO A UN GRUPPO Cosa ho scritto Note Ciao XXX, mi chiamo Alessandro e mi occupo di web marketing. Presentiamoci e personalizziamo il messaggio usando il nome dell’interlocutore. Come te mi interesso di comunicazione online e sono iscritto a diversi gruppi sul social media marketing e le sue derivazioni. Mostriamo la “comunione” di interessi: la somiglianza è una delle migliori armi della persuasione. Ho creato un gruppo per lo scambio e la condivisione di risorse sul web marketing che si chiama NOMEGRUPPO. Lo trovi su Linkedin a questo indirizzo: http://www….. Spieghiamo la ragione del contatto e mostriamo implicitamente che non stiamo vendendo nulla! Partecipare costa solo un paio di click, ma in cambio potrai trovare molti professionisti con cui scambiarsi idee, progetti, suggerimenti e materiali Stiamo minimizzando il suo sforzo e massimizzando il ritorno che otterrà dalla partecipazione Mi farebbe piacere se partecipassi anche tu! Clicca qui per visualizzare il gruppo. Concludiamo con una call to action
  91. 91. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e LINKEDIN ADS ParteVIII
  92. 92. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e LINKEDIN ADS Linkedin ADS è lo strumento con cui avviare e gestire una campagna pubblicitaria su Linkedin. Per iniziare bastano un account Linkedin e una carta di credito.
  93. 93. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e LINKEDIN ADS: CREAZIONE DI UN ANNUNCIO
  94. 94. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e LINKEDIN ADS: CREAZIONE DI UN ANNUNCIO Selezione dell’area geografica
  95. 95. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e LINKEDIN ADS: CREAZIONE DI UN ANNUNCIO Selezione della sfera professionale
  96. 96. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e LINKEDIN ADS: CREAZIONE DI UN ANNUNCIO Selezione del grado di anzianità aziendale
  97. 97. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e LINKEDIN ADS: CREAZIONE DI UN ANNUNCIO Selezione merceologica
  98. 98. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e LINKEDIN ADS: CREAZIONE DI UN ANNUNCIO Scelta del tipo di annuncio • annuncio pubblicitario (annuncio con testo, immagini e/o video) • aggiornamento (promuove aggiornamenti allo stato della pagina aziendale)
  99. 99. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e LINKEDIN ADS: CREAZIONE DI UN ANNUNCIO Annuncio pubblicitario È possibile aggiungere fino a un massimo di 15 varianti dello stesso annuncio, per comprendere quale versione performa di più. È consigliabile aggiungere all’annuncio anche una immagine. 
 (+20% clic)
  100. 100. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e LINKEDIN ADS: CREAZIONE DI UN ANNUNCIO Definizione dell’audience dell’annuncio
  101. 101. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e LINKEDIN ADS: CREAZIONE DI UN ANNUNCIO Scelta del metodo di pagamento e della durata dell’annuncio
  102. 102. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e LINKEDIN ADS: GRUPPO DI POTENZIALI CLIENTI Linkedin ADS consente di aggiungere, all’inizio della pagina da promuovere, un banner Linkedin, con cui gli utenti possono interagire con l’azienda attraverso Linkedin.
  103. 103. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e ESERCITAZIONE Proviamo a elaborare dei testi per generare un primo gruppo di annunci: - identificare un prodotto / servizio da promuovere - trovare almeno 4/5 titoli - definire il contenuto testuale degli annunci (2 esempi, max 75 caratteri)
  104. 104. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e STRUMENTI UTILI Parte IX
  105. 105. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e STRUMENTI UTILI: SLIDESHARE Lo strumento di Linkedin per condividere documenti e presentazioni. Caratteristiche: • Condivisione diretta del materiale su Linkedin • Possibilità di fare lead generation • Analisi delle visite e report avanzati • Creazione di eventi specifici • Creazione di CallTo Action • Gestione dei lead ottenuti • Upload di file e video anche molto pesanti fonte: Slideshare
  106. 106. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e STRUMENTI UTILI: HOOTSUITE È il miglior client per la gestione dei Social Network presente in rete. Caratteristiche: • Gestione unica di tutti i profili social • Pubblicazione pianificabile dei post • Creazione automatica di URL brevi • Analisi delle statistiche di post eTweet • App per smartphone e tablet • Integrazione coi principali browser • Integrazione con servizi e app di terze parti • Integrazione API e documentazione fonte: Hootsuite
  107. 107. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e STRUMENTI UTILI: INMAPS • Servizio gratuito di proprietà Linkedin • Consente di comprendere le relazioni coi nostri contatti in modo visivo Per visualizzare i rapporti e i tipi di legame che ci avvicinano ai nostri contatti Caratteristiche: fonte: Linkedinlabs
  108. 108. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e BIBLIOGRAFIA • http://moz.com • http://www.ninjamarketing.it/ • https://hootsuite.com/ • http://mailchimp.com/ • http://www.skande.com/ • http://webanalytics.it • http://www.abcinteractive.it Risorse online:
  109. 109. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e TIPS & TRICKS Parte X
  110. 110. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e LINKEDIN IN PILLOLE il proprio account deve contenere solo nome e cognome creare intestazioni SEO friendly utilizzare solo raffiguranti sé stessi arrivare ad almeno 500 contatti (bagde) inserire tutte le informazioni di contatto aggiungere link ai propri siti / pagine social personalizzare l’URL del proprio profilo pubblico
  111. 111. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e LINKEDIN IN PILLOLE aggiornare periodicamente il proprio stato nel riepilogo usare parole chiave scrivere sempre in prima persona comunicare direttamente con il proprio target di riferimento aggiungere immagini e video alla propria presentazione consigliare di cliccare sui video aggiungere esperienze e competenze
  112. 112. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e LINKEDIN IN PILLOLE evidenziare download e servizi usando la sezione progetti aggiungere tutte le esperienze lavorative usare le keywords nella sezione esperienze assicurarsi di ricevere molti endorsement dare endorsement agli altri aggiungere eventuali esperienze di volontariato aggiungere contatti, per diffondere nome, CV e brand
  113. 113. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e LINKEDIN IN PILLOLE invitare i nostri contatti personali ad usare Linkedin seguire persone rilevanti ricordarsi che Linkedin non è Facebook
  114. 114. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e RIMUOVERE CONTATTI INDESIDERATI
  115. 115. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e RIMUOVERE CONTATTI INDESIDERATI
  116. 116. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e RIMUOVERE CONTATTI INDESIDERATI
  117. 117. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e ESPORTARE I CONTATTI LINKEDIN
  118. 118. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e ESPORTARE I CONTATTI LINKEDIN
  119. 119. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e ESPORTARE I CONTATTI LINKEDIN
  120. 120. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e ESPORTARE I CONTATTI LINKEDIN
  121. 121. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e ESPORTARE I CONTATTI LINKEDIN Ora abbiamo un file Excel contenente tutti i dati dei nostri collegamenti Linkedin. Ma non è finita qui!
  122. 122. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e CAMBIARE INDIRIZZO EMAIL
  123. 123. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e CAMBIARE INDIRIZZO EMAIL
  124. 124. p u b b l i c i t à w e b s o f t w a r e GRAZIE! alessandro Papa alessandro@abcinteractive.it
 www.abcinteractive.it
  • skande

    Jun. 13, 2016

Linkedin: un social business oriented. Conosciamolo e iniziamo a utilizzarlo per lavorare meglio.

Views

Total views

1,036

On Slideshare

0

From embeds

0

Number of embeds

31

Actions

Downloads

76

Shares

0

Comments

0

Likes

1

×