Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Evoluzione del concetto di salute e malattia

4,642 views

Published on

Una linea del tempo sul concetto di salute e malattia

Published in: Health & Medicine
  • Login to see the comments

Evoluzione del concetto di salute e malattia

  1. 1. EVOLUZIONE DEL CONCETTO DI SALUTE NELL’ANTICHITA’ GRECIA ANTICA Ippocrate Fino al XVIII sec. XIX sec. XX sec. La salute è vista come dono degli dei , un fenomeno magico-religioso La salute nella Medicina razionale fondata sull'osservazione La salute intesa come assenza di malattia, concetto non scientifico Il modello bio- medico si occupa più della malattia che non della salute e delle condizioni di vita e lavorative della popolazione Specialismo esasperato per cui l'individuo si identifica addirittura con una sola "parte", "un organo", negando così l'individuo come persona.
  2. 2. 1948 OMS 1978 Dichiarazione di Alma Ata 1986 Carta di Ottawa OGGI L’OMS definisce il concetto di salute: stato di completo benessere fisico psichico e sociale Nuova prospettiva di sanità pubblica richiamando l’attenzione sull’importanza della prevenzione “ La salute è creata prendendosi cura di sè stessi e degli altri, essendo capaci di prendere decisioni e di avere il controllo sulle diverse circostanze della vita…” La salute è una condizione di equilibrio (dinamico, dunque sempre nuovo, continuamente da costruire) tra il soggetto e l'ambiente (umano, fisico, biologico, sociale) che lo circonda.
  3. 3. EVOLUZIONE DEL CONCETTO DI MALATTIA … …. Considerata una punizione da parte delle divinità, inizialmente intesa come fenomeno magico, successivamente si passa alla medicina Greca di Ippocrate. Galeno: sostiene la teoria di Ippocrate, ma aggiunge ad essa l’idea di un’alterazione dell’organismo. Ippocrate: malattia intesa come rottura di un equilibrio tra i diversi umori dell’organismo Morgagni (medico, anatomista e patologo italiano) dimostrò che alla base degli stati morbosi esistevano alterazioni degli organismi interni. Nell’antichità 460-370 a.C. 130-200 d.C. XVIII sec.
  4. 4. Giulia Stallone IIIE BTS a.s. 2016/17 Venne verificato che le malattie derivavano da strutture più minute dell’organismo. Malattie “infamanti” ovvero malattie legate alla colpa (sifilide, lebbra, tubercolosi). Stato di sofferenza di un organismo, prodotto da una causa che lo danneggia. Concetto essenziale è la sua transitorietà, cioè il suo andamento evolutivo che può essere guarigione, morte o adattamento a nuove condizioni di vita. XIX sec. XX sec. XXI sec.

×