Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Andrea Aufieri, giornalismo sociale -Identità ricercata: il caso «Ferrhotel» a Bari

576 views

Published on

Migranti a Bari, tra ricerca dell'identità, seconda accoglienza e autogestione. Il caso del «Ferrhotel»

Published in: News & Politics
  • Login to see the comments

  • Be the first to like this

Andrea Aufieri, giornalismo sociale -Identità ricercata: il caso «Ferrhotel» a Bari

  1. 1. Identità ricercata Identità ricercataIl caso del Ferrhotel a Bari
  2. 2. Struttura 0 Scenario immigrazione e politiche integrazione 0 Identità/emergenza 0 Contesto economico-sociale Immigrati Puglia 0 Problema casa 0 Ricerca Identità (dis)integrate 0 Intervista Boalem negli aspetti salienti 0 Differenza nel processo integrativo con le esperienze del Ferrhotel 0 Reportage ed esperienza personale di un abitante del F.h. 0 Criticità e peculiarità dell’esperienza con immagini di supporto 0 Conclusioni
  3. 3. Scenario 0 Postmodernità, globalizzazione, migrazioni 0 Migranti e accoglienti: identità e integrazione 0Modelli d’integrazione 0 Caratteristiche della migrazione contemporanea 0L’Italia e l’agenda-setting sull’immigrazione 0Politiche di inclusione e di esclusione
  4. 4. Scenario globale 0 L’era post-industriale ha reso flessibili e precari equilibri sociali consolidati (Giddens;1990) 0 Effetti della globalizzazione economica (Beck; 1997) 0 Modernità liquida e crisi identità reale dell’individuo (Bauman; 2002) 0 Funzionalità e identità attribuita all’individuo come consumatore (Bitetto; 2008)
  5. 5. Migrazioni 0 Lettura economicistica 0 Emergenze umanitarie 0 Ricongiungimento 0 Migrazione culturale
  6. 6. Integrazione Dimensioni e approcci
  7. 7. Approcci tradizionali Funzionalistico Conflittualista 0 Interiorizzazione dei valori del sistema culturale accogliente (Parsons,1953) 0 Controllo sociale (Cesareo,1993) 0 Asimmetria e conflitto dovuto a diverse sfere sociali di appartenenza in una società sia concentrica che parallela e divergente (Simmel, 1998)
  8. 8. Sintesi 0 Ambivalenza ineliminabile: ogni integrazione porta con sé un elemento di emarginazione 0 Nessuno è mai totalmente straniero, né mai totalmente integrato (Tabboni, 1993)
  9. 9. Multiculturalismo Differenzialismo Mescolamento 0 Tolleranza 0 Pluralità di culture differenti 0 Convivenza con autoctoni 0 Mantenimento tratti etnici (Coleman, 1994) 0 Scambio interculturale: individui si arricchiscono a contatto con altre culture, pur mantenendo la propria (Rex,1986)
  10. 10. Integrazione morbida 0 Modello più flessibile 0 Gradualità e processi 0 Modello dialogico 0 Politiche inclusive (spazi e risorse per manifestazioni culturali e religiose; assistenza e orientamento, mediazione per casa e lavoro) 0 Tessuto sociale di reti: nel paese di provenienza e in quello di accoglienza (Caponio, Sciortino, 2000)
  11. 11. Caratteri del modello d’integrazione 0 Processualità: tempo e storia precedente del migrante ne configurano il livello d’integrazione 0 Bidirezionalità: tiene conto dell’interazione tra immigrato e accoglienti e viceversa 0 Multidimensionalità: sociale, culturale, politica, economica (tempi e modalità differenti, non sempre convergenti)
  12. 12. Neoassimilazionismo 0 Uso della lingua del paese di arrivo 0 Matrimoni misti 0 Accesso a opportunità lavorative 0 Interazioni sociali
  13. 13. Problemi aperti 0 Approccio securitario della politica 0 Costruzione mediatica del nemico e dell’emergenza 0 Idea del “rientro” 0 Innalzamento della soglia del pregiudizio nell’opinione pubblica 0 Rischio di inasprimento delle proprie posizioni da parte del migrante e sua “chiusura” 0 Assimilazione “forzata” (Porters, Rumbaut 2006) 0 Seconde generazioni
  14. 14. Contesto italiano 0 Globalizzazione e crisi 0 Aumento della disoccupazione tra immigrati 0 Reti sociali e devianze 0 Discriminazioni 0 Assenza di risorse economiche pubbliche e private (Dossier Caritas-Migrantes 2013)
  15. 15. Contesto regionale presenze totali: 96.131
  16. 16. «Storie (dis)integrate» 0 Nel complesso degli studi Ismu su integrazione 0 Studio su processo integrazione Bari: Moro, Jacobone, Scardigno-FrancoAngeli, 2012 0 Centro socioculturale per migranti “Cacciatori di aquiloni”, Bari-Torre a Mare 0 Presenze totali: 400 (di cui 200 minori) 0 Campione: 109 immigrati
  17. 17. «Storie (dis)integrate» 0 2 step di indagine 0 Step Quantitativo 94 immigrati (66 maschi; 28 femmine)  Questionario strutturato 0 Step Qualitativo 15 immigrati (9 maschi; 6 femmine)  Storie di vita
  18. 18. «Storie (dis)integrate» Risultati principali: 0 Livello culturale non omogeneo 0 Valutazione positiva del processo di integrazione culturale 0 Scuola e Religione: promotori di capitale sociale e di integrazione culturale 0 Importanza delle reti out-group e in-group
  19. 19. Boalem 0 Caso di integrazione ambivalente: «Qui non è come in Canada, o in Germania, che da un avanzamento delle mansioni e dei ruoli capisci che hai acquisito un grado superiore di integrazione. Qui non lo capisco perché è tutto confuso, mischiato e senza un indirizzo. E io mi sento ancora straniero, pur non sentendomi più completamente algerino». 0 50 anni, in Italia da 20, senza cittadinanza 0 Laurea in Matematica 0 Arriva in Italia per guerra civile Algeria
  20. 20. Boalem 0 Numerosi lavori (ristorazione, mediazione linguistica e culturale, lezioni private) 0 Reti sociali in-group lo hanno aiutato 0 Legame famigliare gli ha preparato l’arrivo, ma poi se ne è distaccato 0 Non ha rapporti particolari con i famigliari, con i quali si riunisce sporadicamente in Algeria 0 Non si sente particolarmente osservante la sua religione
  21. 21. Casa e politiche d’integrazione 0 Tra le politiche inclusive 0 Istat 2012: crisi ha fatto fallire iniziative di mediazione immobiliare per migranti (sottoposti già a serie di vincoli, come garanzia e sicurezza del reddito, cittadinanza ecc.) 0 Aumento del costo degli affitti e delle vendite in generale 0 Fallimento o inesistenza politiche seconda accoglienza
  22. 22. Fenomeno delle occupazioni 0 A Bari e in Puglia aumento progressivo delle occupazioni da parte di immigrati“regolari” che non possono permettersi di pagare un affitto 0 Tendenza a occupare per comunità ed etnie strettamente legate 0 Collettivizzazione delle spese 0 Meccanismi di autogestione
  23. 23. FerrHotel
  24. 24. Ferrhotel 0 Prorietà di Grandi Stazioni, holding di Rfi 0 Abbandonato dal 2007 0 Occupato dai rifugiati somali nel 2009 0 23 stanze, più di 60 ospiti, no bambini 0 Lavoratori occasionali 0 Continua negoziazione per elettricità, acqua e gas 0 Auto-organizzazione 0 Alternanza di annunci di vendita e minacce di sgombero
  25. 25. Abdi Nasir
  26. 26. Abdi Nasir 0 In Italia da 10 anni 0 Inizio a Bari in salita (vicenda cronaca nera e ora giudiziaria) 0 Ora è il rappresentante della comunità del Ferrhotel
  27. 27. Abdi Nasir 0 «Chiediamo che le istituzioni ci permettano di fare dei corsi di formazione. Per esempio, di un anno: per fare i giardinieri, gli elettricisti, gli aiutocuochi o i lavapiatti nei ristoranti. Potremmo tornare molto più utili» 0 «Amo la gente di Bari. Sono felice qui: la gente risponde al saluto, il clima è buono. Magari ci fosse più lavoro! I miei amici stanno bene in Germania, dove anch'io ho lavorato come commesso. Ma lì si muore di freddo e nessuno ti saluta»
  28. 28. Abdi Nasir 0 Abdi non fa riferimento a network, ma si è confrontato con molte reti: 0 Circoli di immigrati di diversa nazionalità presenti a Bari che gli hanno segnalato dei lavori 0 Intermediazione nella sua lingua in tribunale 0 Avvocati di strada 0 Associazioni e collettivi con cui ha discusso delle varie manifestazioni e anche l’occupazione del FerrHotel
  29. 29. Conclusione 0 Anche questo è un caso di integrazione non riuscita e ambivalente: all’amore per la terra di accoglienza, non associa possibilità di lavoro e di permanenza. 0 È disposto a cambiare casa ogni tre mesi se può occuparne una che sia una vera casa 0 Non esclude l’idea di tornare nel suo Paese 0 Ha provato esperienze di lavoro all’estero per tutto il tempo che la legislazione europea glielo consente 0 Non parla di integrazione o identità, discorsi sempre improntati alla sopravvivenza

×