Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Le Proteine

1,003 views

Published on

Tutte le domande sulle proteine ottengono una risposta nel materiale che segue. Che cosa sono le proteine? Che differenza esiste tra proteine semplici e complesse? Qual è il valore energetico medio di una proteina? Quante proteine dovrei assumere quotidianamente? Che dire del rischio di gotta?

  • Login to see the comments

  • Be the first to like this

Le Proteine

  1. 1. IMPARIAMO A CONOSCERE GLI ALIMENTI LE PROTEINE
  2. 2. Che cosa sono le proteine? • Funzione strutturale (muscolo scheletrico, componente organica dell’osso ecc…) • Funzione di neurotrasmissione (sotto varie forme) • Funzione ormonale • Funzione enzimatica • Funzione immunitaria (anticorpi, citochine) • Componenti membrane cellulari • Funzione regolatoria • Ec Per conoscere l'utilità delle proteine come integratori per l'allenamento in palestra clicca qui.
  3. 3. Da che cosa sono composte le proteine? Che differenza esiste tra proteine semplici e complesse? • Dal punto di vista strutturale le proteine sono polimeri (strutture di più elementi) di aminoacidi. • La sequenza di aminoacidi che compongono una proteina viene definita “struttura primaria” e ne determina le caratteristiche sia conformazionali che funzionali dovute ai successivi livelli di organizzazione (struttura secondaria, terziaria e quaternaria). • Esaminando la composizione delle proteine è possibile distinguere tra: 1. Proteine Semplici : polimeri di soli aminoacidi 2. Proteine Complesse: polimeri di aminoacidi coordinati con altre molecole quali ioni metallici, glicidi, lipidi ecc.
  4. 4. Qual è il valore energetico medio di una proteina? • Dal punto di vista energetico entrambe le tipologie di proteine forniscono mediamente 4 kcal/g, questo dato non è tuttavia sufficiente per definirne correttamente le caratteristiche nutrizionali in quanto occorre considerare anche la termogenesi indotta dalla dieta (o azione dinamico specifica), questo parametro definisce il consumo calorico a carico dell’organismo per la digestione e l’assorbimento di molecole di natura proteica ed è mediamente stimato tra il 15 e il 35 % della quota calorica ingerita. Scopri i migliori integratori a base di proteine e aminoacidi ramificati.
  5. 5. Tutte le proteine sono uguali ? • No, possono essere suddivise sulla base del contenuto in aminoacidi essenziali ovvero non producibili dall’organismo umano a partire da altre molecole. La qualità nutrizionale di una proteina sarà tanto maggiore quanto maggiore sarà il suo contenuto in aminoacidi essenziali. Generalmente proteine di origine animale vengono ritenute piuttosto complete dal punto di vista dello spettro aminoacidico, mentre quelle di origine vegetale spesso possono necessitare di qualche integrazione.
  6. 6. Quante proteine dovrei assumere quotidianamente ? • Confrontando le linee guida fornite dalle diverse società scientifiche emerge che per un soggetto sedentario un quantitativo di 1 g/kg di peso corporeo viene ritenuto adeguato. Per soggetti debolmente attivi si ritiene che 1.1-1.2 g/kg di peso corporeo possano essere adeguati. Le cose cambiano notevolmente quanto si considerano soggetti attivi o atleti dove a seconda del livello e del tipo di attività svolta si parla di assunzioni da 1.4 a 1.8 g/kg di peso corporeo. Per gli sport di potenza o i programmi di muscolazione si propongono assunzioni da 2 a 2.4 g/kg di peso corporeo. Ovviamente questi quantitativi contemplano l’intera quota proteica assunta nella giornata considerando tutti gli alimenti e eventualmente gli integratori assunti.
  7. 7. Le proteine sono dannose per la salute ? • Consumate da soggetti sani entro i parametri mediamente indicati dalle linee guida le proteine sono da ritenersi sicure. Esaminando consumi superiori alcuni autori hanno supposto un potenziale danno renale causato dall’aumento dell’escrezione di azoto durante il metabolismo proteico, aumento di escrezione che causerebbe teoricamente un innalzamento della pressione glomerulare e una iperfiltrazione. Nonostante ciò secondo i dati proposti da diversi autori in letteratura scientifica anche assunzioni superiori al consigliato in soggetti sani sono generalmente associate ad adattamenti funzionali non ascrivibili a danno o patologia (1-2-3). Questo comunque non significa che oltrepassare le quote consigliate sia utile o produttivo, in quanto nello stabilire queste indicazioni gli autori hanno considerato le capacità medie di assorbimento e utilizzo dell’organismo umano, quindi assunzioni che eccedono i limiti superiori possono rivelarsi quantomeno inutili.
  8. 8. Che dire del rischio di gotta ? • La gotta è una patologia del metabolismo purinico con manifestazioni articolari causate dal deposito di cristalli di acido urico generalmente in presenza di iperuricemia. La maggiore problematica dal punto di vista alimentare è ascrivibile al consumo di alimenti appunto ricchi in purine siano essi di origine animale o vegetale. In questi casi, sempre rimanendo nei limiti consigliati potrebbe rivelarsi opportuno bilanciare il consumo proteico giornaliero con il consumo di integratori di proteine di alto valore biologico purificate per scambio ionico dall’alto valore nutritivo e dai ridottissimi, se non assenti, contenuti in purine. Trova ora gli integratori proteici e di amminoacidi che meglio si addicono alle tue esigenze.
  9. 9. Per approfondimenti : • 1) Skov AR, Haulrik N, Toubro S, et al. Effect of protein intake on bone mineralization during weight loss: A 6-month trial. Obes Res 2002; 10:432-8 • 2) Martin WF, Armstrong LE, Rodriguez NR. Dietary protein intake and renal function. Nutr Metab (Lond) 2005; 2:25 • 3) Welle S, Nair KS. Relationship of resting metabolic rate to body composition and protein turnover. Am J Physiol 1990;258:E990-8
  10. 10. Autore: Dott. Alexander Bertuccioli © E` vietata la pubblicazione, anche parziale o per riassunto, con il mezzo della stampa o con altro mezzo di diffusione, dei presenti contenuti.

×