Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.
Osservare e Valutare lo sviluppo
Valutare lo sviluppo di un bambino
• Misurare le sue abilità nelle diverse aree;
• Verifi...
Osservare e Valutare lo sviluppo
Cosa si intende misurare?
• Ogni tentativo di quantificare comportamento
degli individui ...
Osservare e Valutare lo sviluppo
• una buona misurazione è quella che tra tutti gli
eventi possibili osserva empiricamente...
Osservare e Valutare lo sviluppo
Diverse tecniche di misurazione:
• Test
• Questionari
• Osservazione diretta• Osservazion...
I metodi nella valutazione dello
sviluppo
La valutazione dello sviluppo si serve di
strumenti per ottenere le informazioni...
L’osservazione I
Non è un semplice guardare…
Bisogna essere addestrati a farlo, definire chi, cosa, come
osservare, e con ...
L’osservazione II
• Naturalistica o strutturata
• Partecipata o non partecipata
• Narrazione continua o episodi circoscrit...
Alcuni spunti di riflessione sull’osservazione
• consapevolezza delle proprie tematiche interne
• integrazione di diverse ...
Progetto : l’osservazione di un bambino
• Cercate un bambino tra i 2 e i 6 anni di età
• Chiedete ai suoi genitori il perm...
Le domande/test I
• Si tratta di interviste e questionari
• Richiedono una competenza linguistica abbastanza
elevata (non ...
Le domande II
• Domande aperte o chiuse
• Per iscritto o inserite nella conversazione (bambini più
piccoli)
• Informazioni...
Un esempio:
Il Questionario per la valutazione del comportamento sociale
nell’asilo nido (D’Odorico, Cassibba, Buono)
Esem...
Il buon osservatore è in grado di sfruttare le proprie abilità (relative alla sfera
percettiva, cognitiva, emotiva e comun...
1. Ricerca osservativa vs Raccolta dati di tipo osservativo
• Studia il flusso spontaneo di un fenomeno senza manipolazion...
Per quanto possa darci molte utili informazioni può essere
viziata da una serie di distorsioni:
È più facile che rimangano...
VALIDITA’ DELL’OSSERVAZIONE
Capacità di uno strumento di misurare quello che si propone di valutare
VALIDITA’ DI
CONTENUTO...
Progettazione della ricerca osservativa:
1. Scoprire quali sono i contesti in cui si manifesta il comportamento
• osservaz...
Categorie comportamentaliCategorie comportamentali
TempoTempo aa bb cc
11
22
18
33
44
55
66
ATTENDIBILITA’ DELL’OSSERVAZIONE
Capacità di uno strumento di rilevare i dati in modo preciso, coerente e
stabile
TEST-RET...
FORMALIZZAZIONE E SISTEMATIZZAZIONE DELLE OSSERVAZIONI PRODOTTE
Definire precisamente :
– Chi osservare
L’OSSERVAZIONE SIS...
• Chi osservare: selezione dei soggetti
Tre scelte possibili:
1. Campionamento basato su un individuo focale
2. Campioname...
A seconda dei tipi di comportamenti che devono essere rilevati possono essere
adatte le diverse strategie :
rilevazione a ...
Supporti cartacei o supporti meccanici
Vantaggi della videoregistrazione:
Codifica successiva alla rilevazione
Rivedere pi...
Osservazioni videoregistrate
Vantaggi
1. Dislocazione temporale
2. Possibilità di rivedere
Svantaggi
1. Limitata ampiezza ...
Scelta del contesto osservativo: setting in cui è più
probabile la manifestazione del fenomeno
Utilità delle osservazioni ...
MESSA A PUNTO DI UNO SCHEMA DI OSSERVAZIONE
un insieme di descrizioni comportamentali, che è utilizzata per rilevare solo ...
SCHEMA DI OSSERVAZIONE
Nella messa a punto di uno schema di osservazione si può procedere secondo un
approccio:
• Induttiv...
Scelta di quale frammento di comportamento inserire
nelle categorie come singola unità di analisi:
Approccio molecolare: i...
Inserimento delle rilevazioni nella griglia di osservazione
Scelta del livello di ampiezza delle categorie e del conseguen...
Inserimento delle rilevazioni nella griglia di osservazione
Scelta del tipo di codifica:
Classificatorio (presenza/assenza...
Operazionalizzazioni diverse della stessa variabile (riferimento a comportamenti
osservabili: operazionalità)
Medesimo liv...
Linee guida per la costruzione di uno schema di codifica:
Definire in modo chiaro e univoco i comportamenti da osservare;
...
Tre strategie di rilevazione/osservazione:
Schemi di codifica: insieme di categorie per rilevare la presenza/assenza o la
...
scende le scale alternando i passi
corre mostrando controllo della velocità e della direzione
salta e atterra con i piedi ...
Valutare le caratteristiche delle categorie di questo schema di codifica :
scambia un oggetto con il compagno
guarda negli...
VIOLAZIONI:
1. variabili differenti: prima categoria (attività sociale con oggetti); seconda e terza
(uso sguardo sociale)...
Le insegnanti delle classi di prima media sono interessanti a verificare se il livello di
attenzione degli alunni sia infl...
CONTESTO: tre lezioni di materie diverse, per ogni classe sei sessioni, due per
materia (frontale vs cooperative learning)...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

osservazione valutazione dello sviluppo

4,072 views

Published on

osservazione sviluppo

Published in: Internet
  • DOWNLOAD THE BOOK INTO AVAILABLE FORMAT (New Update) ......................................................................................................................... ......................................................................................................................... Download Full PDF EBOOK here { https://urlzs.com/UABbn } ......................................................................................................................... Download Full EPUB Ebook here { https://urlzs.com/UABbn } ......................................................................................................................... Download Full doc Ebook here { https://urlzs.com/UABbn } ......................................................................................................................... Download PDF EBOOK here { https://urlzs.com/UABbn } ......................................................................................................................... Download EPUB Ebook here { https://urlzs.com/UABbn } ......................................................................................................................... Download doc Ebook here { https://urlzs.com/UABbn } ......................................................................................................................... ......................................................................................................................... ................................................................................................................................... eBook is an electronic version of a traditional print book THE can be read by using a personal computer or by using an eBook reader. (An eBook reader can be a software application for use on a computer such as Microsoft's free Reader application, or a book-sized computer THE is used solely as a reading device such as Nuvomedia's Rocket eBook.) Users can purchase an eBook on diskette or CD, but the most popular method of getting an eBook is to purchase a downloadable file of the eBook (or other reading material) from a Web site (such as Barnes and Noble) to be read from the user's computer or reading device. Generally, an eBook can be downloaded in five minutes or less ......................................................................................................................... .............. Browse by Genre Available eBOOK .............................................................................................................................. Art, Biography, Business, Chick Lit, Children's, Christian, Classics, Comics, Contemporary, CookBOOK, Manga, Memoir, Music, Mystery, Non Fiction, Paranormal, Philosophy, Poetry, Psychology, Religion, Romance, Science, Science Fiction, Self Help, Suspense, Spirituality, Sports, Thriller, Travel, Young Adult, Crime, EBOOK, Fantasy, Fiction, Graphic Novels, Historical Fiction, History, Horror, Humor And Comedy, ......................................................................................................................... ......................................................................................................................... .....BEST SELLER FOR EBOOK RECOMMEND............................................................. ......................................................................................................................... Blowout: Corrupted Democracy, Rogue State Russia, and the Richest, Most Destructive Industry on Earth,-- The Ride of a Lifetime: Lessons Learned from 15 Years as CEO of the Walt Disney Company,-- Call Sign Chaos: Learning to Lead,-- StrengthsFinder 2.0,-- Stillness Is the Key,-- She Said: Breaking the Sexual Harassment Story THE Helped Ignite a Movement,-- Atomic Habits: An Easy & Proven Way to Build Good Habits & Break Bad Ones,-- Everything Is Figureoutable,-- What It Takes: Lessons in the Pursuit of Excellence,-- Rich Dad Poor Dad: What the Rich Teach Their Kids About Money THE the Poor and Middle Class Do Not!,-- The Total Money Makeover: Classic Edition: A Proven Plan for Financial Fitness,-- Shut Up and Listen!: Hard Business Truths THE Will Help You Succeed, ......................................................................................................................... .........................................................................................................................
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
  • DOWNLOAD THE BOOK INTO AVAILABLE FORMAT (New Update) ......................................................................................................................... ......................................................................................................................... Download Full PDF EBOOK here { https://urlzs.com/UABbn } ......................................................................................................................... Download Full EPUB Ebook here { https://urlzs.com/UABbn } ......................................................................................................................... Download Full doc Ebook here { https://urlzs.com/UABbn } ......................................................................................................................... Download PDF EBOOK here { https://urlzs.com/UABbn } ......................................................................................................................... Download EPUB Ebook here { https://urlzs.com/UABbn } ......................................................................................................................... Download doc Ebook here { https://urlzs.com/UABbn } ......................................................................................................................... ......................................................................................................................... ................................................................................................................................... eBook is an electronic version of a traditional print book THE can be read by using a personal computer or by using an eBook reader. (An eBook reader can be a software application for use on a computer such as Microsoft's free Reader application, or a book-sized computer THE is used solely as a reading device such as Nuvomedia's Rocket eBook.) Users can purchase an eBook on diskette or CD, but the most popular method of getting an eBook is to purchase a downloadable file of the eBook (or other reading material) from a Web site (such as Barnes and Noble) to be read from the user's computer or reading device. Generally, an eBook can be downloaded in five minutes or less ......................................................................................................................... .............. Browse by Genre Available eBOOK .............................................................................................................................. Art, Biography, Business, Chick Lit, Children's, Christian, Classics, Comics, Contemporary, CookBOOK, Manga, Memoir, Music, Mystery, Non Fiction, Paranormal, Philosophy, Poetry, Psychology, Religion, Romance, Science, Science Fiction, Self Help, Suspense, Spirituality, Sports, Thriller, Travel, Young Adult, Crime, EBOOK, Fantasy, Fiction, Graphic Novels, Historical Fiction, History, Horror, Humor And Comedy, ......................................................................................................................... ......................................................................................................................... .....BEST SELLER FOR EBOOK RECOMMEND............................................................. ......................................................................................................................... Blowout: Corrupted Democracy, Rogue State Russia, and the Richest, Most Destructive Industry on Earth,-- The Ride of a Lifetime: Lessons Learned from 15 Years as CEO of the Walt Disney Company,-- Call Sign Chaos: Learning to Lead,-- StrengthsFinder 2.0,-- Stillness Is the Key,-- She Said: Breaking the Sexual Harassment Story THE Helped Ignite a Movement,-- Atomic Habits: An Easy & Proven Way to Build Good Habits & Break Bad Ones,-- Everything Is Figureoutable,-- What It Takes: Lessons in the Pursuit of Excellence,-- Rich Dad Poor Dad: What the Rich Teach Their Kids About Money THE the Poor and Middle Class Do Not!,-- The Total Money Makeover: Classic Edition: A Proven Plan for Financial Fitness,-- Shut Up and Listen!: Hard Business Truths THE Will Help You Succeed, ......................................................................................................................... .........................................................................................................................
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
  • Hello! I do no use writing service very often, only when I really have problems. But this one, I like best of all. The team of writers operates very quickly. It's called ⇒ www.HelpWriting.net ⇐ Hope this helps!
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
  • Follow the link, new dating source: ❤❤❤ http://bit.ly/2F7hN3u ❤❤❤
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
  • Dating for everyone is here: ❤❤❤ http://bit.ly/2F7hN3u ❤❤❤
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
  • Be the first to like this

osservazione valutazione dello sviluppo

  1. 1. Osservare e Valutare lo sviluppo Valutare lo sviluppo di un bambino • Misurare le sue abilità nelle diverse aree; • Verificare se il suo iter è nella norma o presenta delle difficoltà; • Eventualmente predisporre interventi di supporto.
  2. 2. Osservare e Valutare lo sviluppo Cosa si intende misurare? • Ogni tentativo di quantificare comportamento degli individui ; • Associare dei numeri a degli aspetti specifici del comportamento osservabilecomportamento osservabile IMPORTANTE: in psicologia non si cerca di misurare una semplice collezione di eventi osservabili, ma un costrutto astratto che spiega e organizza tali eventi (intelligenza, attaccamento ecc.)
  3. 3. Osservare e Valutare lo sviluppo • una buona misurazione è quella che tra tutti gli eventi possibili osserva empiricamente quelli che si avvicinano al costrutto preso in esame Misurazione come processo selettivo (Axia, D’Odorico, 1993): Quando si misura si sono selezionati alcuni aspetti della realtà e del comportamento e si è deciso di tralasciarne altri.
  4. 4. Osservare e Valutare lo sviluppo Diverse tecniche di misurazione: • Test • Questionari • Osservazione diretta• Osservazione diretta
  5. 5. I metodi nella valutazione dello sviluppo La valutazione dello sviluppo si serve di strumenti per ottenere le informazioni su cui poi ricavare dei risultati 5 poi ricavare dei risultati In psicologia dello sviluppo si usano: – Osservazione – Domande/test – Sperimentazione
  6. 6. L’osservazione I Non è un semplice guardare… Bisogna essere addestrati a farlo, definire chi, cosa, come osservare, e con quali tecniche: – carta e matita – videoregistrazioni 6 – videoregistrazioni – specchio unidirezionale 1. L’osservatore non dovrebbe influenzare i soggetti 2. C’è bisogno di più osservatori per trovare un accordo e raggiungere una maggiore obiettività 3. Spesso si ricorre all’ “osservatore cieco” per evitare influenze
  7. 7. L’osservazione II • Naturalistica o strutturata • Partecipata o non partecipata • Narrazione continua o episodi circoscritti • Campionatura del tempo o degli eventi • Uno solo o più categorie comportamentali 7 • Uno solo o più categorie comportamentali • Osservazione di un solo individuo o di un gruppo Rischi: tempi lunghi, solo comportamenti osservabili, influenza dell’osservatore
  8. 8. Alcuni spunti di riflessione sull’osservazione • consapevolezza delle proprie tematiche interne • integrazione di diverse prospettive teoriche(prospettiva sull’attaccamento, prospettiva psicodinamica, prospettiva sistemica, etc.,) • capacità di acquisire un “occhio della mente” e una “mente dell’occhio” }“Lenti” attraverso cui guardiamo e comprendiamo il materiale osservato 8 • capacità di acquisire un “occhio della mente” e una “mente dell’occhio” • l’osservazione ha a disposizione varie tecniche tra cui scegliere quella più adatta all’oggetto di indagine Sfatare alcuni miti dell’osservazione : • osservare non è registrare fedelmente e direttamente la realtà • l’osservazione si fonda sempre su un’ipotesi di lavoro o quantomeno su una curiosità • osservare non vuol dire interpretare ma è un momento intermedio tra percezione del fenomeno e interpretazione
  9. 9. Progetto : l’osservazione di un bambino • Cercate un bambino tra i 2 e i 6 anni di età • Chiedete ai suoi genitori il permesso di osservarlo. Rassicurateli che non avete intenzione di sottoporlo a dei test e che desiderate semplicemente osservare un bambino normale in una situazione normale • Stabilite un momento in cui potete osservare il bambino per almeno un’ora a casa o in un’altra situazione familiare. (se frequenta l’asilo nido potete condurre là vostra osservazione, dopo aver avuto il permesso degli educatori. Sentitevi liberi di muovervi liberamente e non intervenite mai direttamente. • Quando cominciate ad osservare sistematevi in un posto in cui non siete notati così da non disturbare la consueta routine quotidiana • Scrivete per circa un’ora tutto ciò che il bambino fa e se riuscite tutto quello che dice nel 9 • Scrivete per circa un’ora tutto ciò che il bambino fa e se riuscite tutto quello che dice nel odo più completo possibile. Descrivete solo quello che vedete e che ascoltate. Nessun commento personale e nessuna valutazione • Rileggete ciò che avete scritto prendendo in considerazione le seguenti domande: 1. Sono riuscito ad essere obiettivo e a registrare tutto ciò che il bambino ha fatto? 2. Se non è stato cosi che tipo di fatti ho tralasciato? 3. Ho evitato di annotare le mie valutazioni e interpretazioni? 4. La mia presenza ha avuto un effetto e quale sul bambino osservato? 5. Quali informazioni si possono ricavare su quel particolare bambino dai miei appunti? 6. È possibile sapere quante volte il bambino ha cercato di richiamare l’attenzione su di sé oppure ottenere una misura del suo livello di attività?
  10. 10. Le domande/test I • Si tratta di interviste e questionari • Richiedono una competenza linguistica abbastanza elevata (non sempre sono adatti con bambini piccoli, utili a partire da età prescolare). • Con i bambini si può usare la forma orale, e un linguaggio semplice; si possono chiarire o riformulare le domande. 10 riformulare le domande. • Permettono di analizzare situazioni non osservabili, e di raccogliere i dati da un numero elevato di soggetti
  11. 11. Le domande II • Domande aperte o chiuse • Per iscritto o inserite nella conversazione (bambini più piccoli) • Informazioni fornite dai diretti interessati (autovalutazioni, “self-report”) o da altre persone 11 (autovalutazioni, “self-report”) o da altre persone (etero-valutazioni) • Somministrate singolarmente o in gruppo • Strutturato o non strutturato Rischi: desiderabilità sociale, difficoltà a rispondere, risposte globali o sommarie
  12. 12. Un esempio: Il Questionario per la valutazione del comportamento sociale nell’asilo nido (D’Odorico, Cassibba, Buono) Esempio di item: • Il bambino preferisce giocare da solo e allontana i compagni se gli si avvicinano • Cede facilmente i giocattoli se un altro bambino glieli chiede • E’ oggetto di aggressioni fisiche da parte degli altri compagni 12 • E’ oggetto di aggressioni fisiche da parte degli altri compagni • Se il bambino è assente dalla scuola i compagni si accorgono della sua mancanza e chiedono di lui all’insegnante Modalità di risposta: Raramente qualche volta abbastanza spesso molto spesso
  13. 13. Il buon osservatore è in grado di sfruttare le proprie abilità (relative alla sfera percettiva, cognitiva, emotiva e comunicativa) per leggere adeguatamente la realtà QUALITA’ DELLL’OSSERVATORE Il buon osservatore è in grado di partecipare o estraniarsi dal contesto di osservazione a secondo del tipo di osservazione che sta conducendo Il buon osservatore è in grado di contenere al massimo le proprie distorsioni soggettive (es. addestramento) oppure compensare le carenze di uno strumento (es videoripresa)
  14. 14. 1. Ricerca osservativa vs Raccolta dati di tipo osservativo • Studia il flusso spontaneo di un fenomeno senza manipolazione ed in condizioni non controllate VALIDITA’ ECOLOGICA L’OSSERVAZIONE NELLA RICERCA VALIDITA’ ECOLOGICA 2. Osservazione partecipante vs Osservazione sistematica • Non ha ipotesi precise e partecipa alle attività • Ha ipotesi che guidano l’osservazione, riduce al minimo la sua partecipazione
  15. 15. Per quanto possa darci molte utili informazioni può essere viziata da una serie di distorsioni: È più facile che rimangano impressi in memoria episodi molto frequenti e/o inusuali L’OSSERVAZIONE SPONTANEA Alcuni soggetti, per le loro caratteristiche possono attirare più di altri Vengono tralasciati comportamenti rilevanti L’osservazione spontanea è carente di oggettività: distorsioni soggettive
  16. 16. VALIDITA’ DELL’OSSERVAZIONE Capacità di uno strumento di misurare quello che si propone di valutare VALIDITA’ DI CONTENUTO VALIDITA’ DI COSTRUTTO Capacità di osservare TUTTI gli aspetti interessanti di un fenomeno Capacità di osservare in relazione a TEORIE di riferimento bene precise
  17. 17. Progettazione della ricerca osservativa: 1. Scoprire quali sono i contesti in cui si manifesta il comportamento • osservazioni preliminari 2. Strutturare le osservazioni : • omogeneità di contesti • verificare la validità di contenuto 3. Selezionare i soggetti da osservare e il momento in cui effettuare 17 3. Selezionare i soggetti da osservare e il momento in cui effettuare l’osservazione 4. Individuare il contesto naturale di osservazione più adatto in base al comportamento che si vuole osservare 5. Garantire la naturalezza del comportamento manifesto lasciando l’osservatore sullo sfondo 6. In alcuni casi controllare il contesto dell’osservazione (anche con l’uso del laboratorio)
  18. 18. Categorie comportamentaliCategorie comportamentali TempoTempo aa bb cc 11 22 18 33 44 55 66
  19. 19. ATTENDIBILITA’ DELL’OSSERVAZIONE Capacità di uno strumento di rilevare i dati in modo preciso, coerente e stabile TEST-RETEST ATTEND INTER- GIUDICI Osservazioni stabili dello stesso strumento in tempi differenti Stabilità delle osservazioni di giudici indipendenti (percentuale di accordo e K di Cohen) ATTEND INTRA- GIUDICE Stabilità delle osservazioni di uno stesso giudice
  20. 20. FORMALIZZAZIONE E SISTEMATIZZAZIONE DELLE OSSERVAZIONI PRODOTTE Definire precisamente : – Chi osservare L’OSSERVAZIONE SISTEMATICA – Cosa osservare – Come osservare – Dove osservare – Quando osservare
  21. 21. • Chi osservare: selezione dei soggetti Tre scelte possibili: 1. Campionamento basato su un individuo focale 2. Campionamento basato su una scansione veloce e sequenziale di tutti gli individui presentipresenti 3. Campionamento basato sull’individuo che manifesta un dato comportamento La scelta dipende dalle caratteristiche del comportamento e dal livello di dettaglio della valutazione
  22. 22. A seconda dei tipi di comportamenti che devono essere rilevati possono essere adatte le diverse strategie : rilevazione a SCANSIONE: quando si prevede che il comportamento si verifichi molto frequentemente e in molti individui; si rilevazione basata sul campionamento del COMPORTAMENTO: comportamenti rari o con frequenza 22 molto frequentemente e in molti individui; si rileva solo la comparsa rilevazione su INDIVIDUO FOCALE: risulta molto dettagliata, ma comporta tempi di osservazione molto prolungati comportamenti rari o con frequenza irregolare; controllo completo dell’ambiente e dei soggetti
  23. 23. Supporti cartacei o supporti meccanici Vantaggi della videoregistrazione: Codifica successiva alla rilevazione Rivedere più volte il comportamento da codificare • Come osservare: i dispositivi di rilevazione Rivedere più volte il comportamento da codificare Confronto tra osservatori diversi Svantaggi della videoregistrazione: Non ha la stessa mobilità e la velocità dell’occhio umano Condizionamento sul comportamento: accorgimenti per ridurre la reattività dei soggetti
  24. 24. Osservazioni videoregistrate Vantaggi 1. Dislocazione temporale 2. Possibilità di rivedere Svantaggi 1. Limitata ampiezza del campo 2. Deterioramento materiale 24 2. Possibilità di rivedere più volte il video 3. Minimizzazione del rischio di cambiare i criteri di codifica col passare del tempo 4. Controllo dell’affidabilità 2. Deterioramento materiale tecnico (es. microfoni) e perdita di informazioni 3. Reattività dei soggetti osservati
  25. 25. Scelta del contesto osservativo: setting in cui è più probabile la manifestazione del fenomeno Utilità delle osservazioni preliminari Utilità della strutturazione del contesto Necessità di variare i setting osservativi La scelta dipende dall’ interesse teorico • Dove e quando osservare: il setting osservativo La scelta dipende dall’ interesse teorico Scelta dei tempi di osservazione: precisa pianificazione dei tempi di osservazione, dei momenti della giornata e dei giorni Frammentare le osservazioni e garantire a tutti i soggetti gli stessi tempi di osservazione
  26. 26. MESSA A PUNTO DI UNO SCHEMA DI OSSERVAZIONE un insieme di descrizioni comportamentali, che è utilizzata per rilevare solo i comportamenti rilevanti per il ricercatore (criterio della selettività) • Cosa/Come osservare VANTAGGI:VANTAGGI: A. Economia e manegevolezza; B. Precisione anticipata nella definizione del problema; C. Obiettività e quindi maggiore precisione della rilevazione; D. Quantificazione dei risultati
  27. 27. SCHEMA DI OSSERVAZIONE Nella messa a punto di uno schema di osservazione si può procedere secondo un approccio: • Induttivo/empirico: le categorie sono derivate dalle osservazioni; • Deduttivo/razionale: le categorie sono dedotte dalla teoria di riferimento. La sua costruzione impone i seguenti passi: A. La scelta delle variabili concettuali e delle definizioni operativeA. La scelta delle variabili concettuali e delle definizioni operative B. Scelta dell’ unità di analisi C. Questioni inerenti il processo di codifica D. Definizione delle categorie
  28. 28. Scelta di quale frammento di comportamento inserire nelle categorie come singola unità di analisi: Approccio molecolare: il più piccolo segmento di comportamento osservabile es: singola parola o comportamento non verbale; il gesto di LA SCELTA DELL’UNITA’ DI ANALISI es: singola parola o comportamento non verbale; il gesto di condividere un gioco Approccio molare: unità di analisi più ampia consistente in un insieme di comportamenti o un’ interazione completa es: uno scambio interattivo completo
  29. 29. Inserimento delle rilevazioni nella griglia di osservazione Scelta del livello di ampiezza delle categorie e del conseguente sforzo interpretativo: Codifica fenotipica: schemi con “microcategorie” di tipo descrittivo aderenza alla realtà ma meno inf es: “il bambino picchia il compagno” LA CODIFICA es: “il bambino picchia il compagno” Codifica genotipica: schemi con “macrocategorie” di tipo interpretativo più informative ma più rischio di soggettività es: “il bambino è aggressivo”
  30. 30. Inserimento delle rilevazioni nella griglia di osservazione Scelta del tipo di codifica: Classificatorio (presenza/assenza e codifica sequenziale) Dimensionale (rating scale: valutazione graduata e codifica differenziale LA CODIFICA Dimensionale (rating scale: valutazione graduata e codifica differenziale valutazione più rapida ma maggiore soggettività
  31. 31. Operazionalizzazioni diverse della stessa variabile (riferimento a comportamenti osservabili: operazionalità) Medesimo livello di ampiezza:molecolare vs molare Precise o mutualmente esclusive: ogni comportamento può essere codificato in una sola categoria che quindi è chiaramente distinguibile da un’altra (esclusività e distinguibilità) LA DEFINIZIONE DELLE CATEGORIE distinguibilità) Esaustive: le categorie devono ricoprire tutte la manifestazioni del costrutto Affidabili: osservatori differenti devono usarle allo stesso modo
  32. 32. Linee guida per la costruzione di uno schema di codifica: Definire in modo chiaro e univoco i comportamenti da osservare; Conoscere le linee generali di sviluppo del fenomeno da analizzare; Consultare gli schemi di codifica già utilizzati in letteratura La griglia di osservazione può essere suddivisa in tre tipologie: schema di codifica, checklist o scale di valutazione. 32 Consultare gli schemi di codifica già utilizzati in letteratura È importante, inoltre, seguire 3 regole fondamentali per cui le categorie devono: Riferirsi ad aspetti diversi della stessa variabile sottostante; Collocarsi tutte allo stesso livello di ampiezza; Essere esaustive e mutualmente esclusive;
  33. 33. Tre strategie di rilevazione/osservazione: Schemi di codifica: insieme di categorie per rilevare la presenza/assenza o la frequenza di un comportamento Rating scale: insieme di item che valutano un costrutto complesso difficilmente divisibile in comportamenti specifici (es. competenza sociale); valutazione graduata GRIGLIE DI OSSERVAZIONE divisibile in comportamenti specifici (es. competenza sociale); valutazione graduata (intensità): risparmio di tempo ma maggiore soggettività Check list: Comportamenti (chiaramente definiti e differenziabili) in ordine di complessità crescente di cui se ne rivela la presenza-assenza: livello di sviluppo raggiunto
  34. 34. scende le scale alternando i passi corre mostrando controllo della velocità e della direzione salta e atterra con i piedi uniti si arrampica e ridiscende con facilità batte le mani con ritmo batte i piedi con ritmo CHECK LIST: UN ESEMPIO batte i piedi con ritmo La presenza di ciascuna indica un livello di sviluppo motorio più evoluto; rilevazione facile e rapida SVANTAGGIO: poche competenze riconducibili in check list
  35. 35. Valutare le caratteristiche delle categorie di questo schema di codifica : scambia un oggetto con il compagno guarda negli occhi un compagno guarda l’oggetto con cui un compagno sta giocando ESERCITAZIONE: CATEGORIE guarda l’oggetto con cui un compagno sta giocando parla ad un compagno
  36. 36. VIOLAZIONI: 1. variabili differenti: prima categoria (attività sociale con oggetti); seconda e terza (uso sguardo sociale) ultima (comunicazione); 1. livelli di ampiezza differenti: la prima riflette un comportamento complesso mentre le altre un’azione singola; ESERCITAZIONE: LE CATEGORIE 1. no mutua esclusività: sovrapponibilità tra lo sguardo ed il parlare del bambino con il compagno.
  37. 37. Le insegnanti delle classi di prima media sono interessanti a verificare se il livello di attenzione degli alunni sia influenzato dalle modalità di conduzione della lezione e dall’argomento trattato. Delineare una possibile organizzazione delle sessioni osservative precisando: Il contesto e i tempi di osservazione; L’oggetto di osservazione: focale, sequenziale o su comportamento; ESERCITAZIONE: Il setting osservativo L’oggetto di osservazione: focale, sequenziale o su comportamento; La modalità di registrazione ed eventuali accorgimenti per ridurre la reattività
  38. 38. CONTESTO: tre lezioni di materie diverse, per ogni classe sei sessioni, due per materia (frontale vs cooperative learning); TEMPI: due settimane durante lezioni; OGGETTO: scan sampling; ESERCITAZIONE: Il setting osservativo REGISTRAZIONE: diretta con griglia riportante nomi; REATTIVITA’: precendente familiarizzazione, isolamento ed attività di mascheramento.

×