Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Caso aziendale: Abercrombie

6,465 views

Published on

Published in: Education
  • Login to see the comments

Caso aziendale: Abercrombie

  1. 1. Classe 3B - 2012 Economia aziendale: Analisi di un caso Lavoro di gruppo ITCT A. BORDONI PAVIA
  2. 2. ABERCROMBIE AND FITCH 1) GRUPPO 2) STORIA E MARCHIO 4) STRATEGIE E MARKETING 3) PUNTI VENDITA 4) TECNICHE PUBBLICITARIE 5) BILANCIO 3)NEGOZIO ITALIANO 4) STRATEGIE DI VENDITA
  3. 3. SOTTOMARCHE Nato in California nel 2000, ispirato al mondo del surf, Hollister & Co è il marchio giovane di Abercrombie and Fitch, pensato per la fascia 14-18 anni, propone modelli molto simili alla casa newyorkese dallo stile casual, ma interpretato in modo più colorato e fresco, anche se molti capi di abbigliamento venduti hanno la scritta “since 1922”. Il negozio è simile a una veranda di un bar sulla spiaggia. Lo stile Hollister, così come quello di Abercrombie, si caratterizza per un vasto uso di loghi e scritte oltre al tipico volo di gabbiano che ne diventa lo stemma .
  4. 4. Gilly Hicks è un marchio di uno stile di vita, della compagnia americana Abercrombie & Fitch . Specializzato in underwear (biancheria intima) femminile con uno stile casual e sexy. Commercializzato per le consumatrici del suo brand originario, Gilly Hicks è ufficialmente etichettato come “il cugino insolente di A&F”. E’ il quinto marchio prodotto ed era inizialmente conosciuto come ‘Concetto 5’. GH è sorta per competere con le grandi marche di Lingerie come Victoria’a Secret e Frederick’s of Hollywood. SOTTOMARCHE
  5. 5. Ruehl No.925 o semplicemente Ruehl, è ormai un defunto marchio di lusso americano di Abercrombie & Fitch Co. Il brand è stato ispirato dal patrimonio artistico e culturale delGreenwich Village di New York e aveva lo scopo di attirare individui post-laureati dai 22 ai 35 SOTTOMARCHE
  6. 6. L'azienda è stata fondata da David T. Abercrombie e Ezra Fitch il 4 giugno 1892 L'azienda passò nelle mani della società The Limited nel 1988 Attualmente l'azienda si trova sotto la direzione di Michael F. Jeffries, attuale presidente e amministratore delegato La sede della società è situata a Manhattan NASCITA E FONDAZIONE
  7. 7. Simbolo
  8. 8. Inizialmente l'azienda nacque con lo scopo di produrre e commercializzare capi per attività all'aria aperta; successivamente, dopo essere stata acquisita dalla società di Jeffries, il marchio si posizionò in un mercato di casual di lusso, tanto che la marca è conosciuta in tutto il mondo per i suoi rinomati capi. ORIGINE
  9. 9. Indonesia China Macau Cambogia USA Vietnam Luoghi di produzione
  10. 10. Punti vendita: Canada (Etobicoke, Toronto, Edmonton, Calgary ) Regno Unito ( Londra ) Italia ( Milano, 29/10/2009) Danimarca ( Copenaghen ) Francia ( Parigi , 19/05/2011, Champs Elysées ) Spagna ( Madrid , 3/11/2011 ) Germania ( Dusseldorf ) Giappone ( Tokyo, Fukuoka ) Stati Uniti D'America ( New York, Los Angeles, Pasadena) Essendosi accorti che la vendita al di fuori dell'America non superava il 20% della produzione, l'azienda decise di aprire nuovi store nel Mondo, soprattutto in Europa. A&F ha puntato su Paesi già sviluppati dove prevale il turismo; Parigi, Milano, Madrid e Londra possono essere definiti Capitali della moda europea e per questo Abercrombie ha stabilito lì i suoi centri.
  11. 11. L'unico punto vendita in Italia si trova a Milano. Dove: Via Matteotti, 12 Milano. Un palazzo che offre 3000 mq di negozio. Quando: il negozio è stato inaugurato il 29 ottobre 2009 Perché: l'Italia ha sempre apprezzato il lusso e la qualità ed è per questo che A&F ha deciso di portare in Italia questo famoso marchio. Il negozio è tipicamente italiano con balconcini e rientranze per mantenere la storicità del palazzo. Un altro motivo dell'apertura può essere l'ampliamento del commercio in Europa. A differenza dei negozi americani in quello italiano c'è un leggera variazione di prezzo, di qualche euro. È stata ipotizzata una possibile nuova apertura di uno store a Roma che però non è ancora stata confermata. Negozio in Italia
  12. 12. Abercrombie ha un modo diverso di fare pubblicità rispetto a quello delle altre industrie. 1_I commessi: sono in sovrannumero in modo che, anche se il negozio è pieno di gente, un cliente appena entrato trova subito un commesso libero e disponibile. I commessi sono equamente divisi tra maschi e femmine, hanno fisici perfetti e spesso vengono utilizzati come modelli per i cataloghi, inoltre sono simpatici e cortesi. Lo store li posiziona fuori dal negozio, spesso in costume o con la camicia aperta, in modo da attirare i clienti. Strategie
  13. 13. 2_Allestimento dello store: A&F utilizza un'unica strategia per tutti gli store del mondo. L'interno ricorda le onde, i surfisti e in generale la California. Ma gli elementi che caratterizzano gli store A&F da un qualunque altro store e rendono unica la marca sono: a) l'illuminazione: scarna, ambienti in penombra per richiamare le feste californiane b)il profumo: tipico e venduto da anni in tutto il mondo. Questo tipo di profumo viene riconosciuto anche a molti metri di distanza dal negozio e ogni capo ne è impregnato. Questo profumo attira la clientela all'interno del negozio e, dopo circa 20 minuti, ne provoca anche la fuga, in modo che lo store sia sempre disponibile per nuovi clienti. c)la musica: di sottofondo, con una playlist di circa 50 canzoni che varia ogni mese Strategie
  14. 14. 3_Comunicazione negozio-cliente: il cliente non viene assillato con le solite domande; la merce è esposta sugli scaffali senza una divisione logica e con una ripetizione di molti capi in diverse zone dello store, in modo da facilitare l'incontro casuale con i prodotti. L'atmosfera è allegra nonostante una security sempre presente; il contesto è rilassante e stimolante e rende l'acquisto quasi un “evento” aumentando l'autostima dell'acquirente che è più propenso a comprare la merce, anche a discapito dei prezzi (prezzo medio 70€) Strategie
  15. 15. Le ragioni del successo 1. Tipo di personale 2. Qualità dei capi 3. Tipo di clientela 4. Effetti e contesto del negozio
  16. 16. TECNICHE PUBBLICITARIE 1.Tecnica del “passaparola” 2. Marchi stampati sull’ abbigliamento 3. Tipici Shoppers 4. Grossi Cartelloni pubblicitari posti nelle vicinanze di grandi punti d’interesse
  17. 17. Indice di indebitamento: PATRIMONIO NETTO/TOT. INVESTIMENTO*100%= 22727255/42628607=53,32% Copertura immobilizzazioni: CP+DEBITI A LUNGO TERMINE/TOT. IMMOBILIZZATO ATTIVO= (22727255+23437000)/19453260*100=237,31% Roi(return on investiment) REDDITO OPERATIVO/TOT. INVESTIMENTO*100%= 3491691/42628607*100%=8,19% Ros(return on sails) REDDITO OPERATIVO/TOTALE VENDITE*100%= 3491691/69658343*100=5% Roe(return on equity) UTILE ESERCIZIO/CP(CAPITALE SOCIALE+RISERVE)*100%= 2253161/22727255=9,91%

×