Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Condividere informazioni con l'aiuto delle nuove tecnologie

1,748 views

Published on

Intervento a Leggere per Leggere, Valpiana, "Tempo di formazione". 30 agosto 2014.

Published in: Social Media
  • Login to see the comments

Condividere informazioni con l'aiuto delle nuove tecnologie

  1. 1. Tempo di formazione in Valpiana Condividere informazioni con l’aiuto delle nuove tecnologie Leggere per Leggere Sabato 30 agosto 2014 Marco Goldin @inmediaref
  2. 2. Medium = messaggio McLuhan (1964) Medium = semplice materializzazione del messaggio Negroponte (1995)
  3. 3. #Sharing is...
  4. 4. Narrazione in tempo reale Partecipazione al racconto (#storytelling)
  5. 5. #Storytelling Pensiamo ai social network come mezzo e luogo per raccontare la nostra storia in modo partecipativo.
  6. 6. #Storytelling Breccia attraverso il “rumore” delle informazioni
  7. 7. I social network non sono un megafono (o un tubo catodico). Solo incentivando la conversazione si ottiene un ritorno in termini di reputazione.
  8. 8. Internet = medium? (spoiler: no) Internet = ambiente. Un ambiente al centro del quale ci sono le persone. Un ambiente di cui bisogna rispettare l’ecosistema.
  9. 9. Su quali pagine scriveremo la nostra storia?
  10. 10. Informazione strutturata Conversazione (e ascolto)
  11. 11. Informazione strutturata
  12. 12. Conversazione
  13. 13. Aspetti implementativi di un’attività di comunicazione digitale
  14. 14. Necessario mappare i bisogni che l’interlocutore/fan/lettore cerca di soddisfare.
  15. 15. Target Per prima cosa, identificare con chi si vuole stabilire relazioni e per quale motivo. Gira tutto intorno alle relazioni.
  16. 16. Obiettivi Stabilire obiettivi a medio e lungo termine e creare un piano di distribuzione del contenuto.
  17. 17. Influencers Individuarli, intrattenere conversazioni tecniche e creare i presupposti per amplificare la diffusione dei propri contenuti.
  18. 18. Imparare a comunicare accorciando le distanze
  19. 19. Flusso. Click. Aspettative. 1.
  20. 20. “Landing page” e dichiarazioni di intenti 2.
  21. 21. Interazione e design delle informazioni 3.
  22. 22. Approdo 4.
  23. 23. Correlate, gente, correlate...* *Luca Rosati, Architettura delle informazioni , Apogeo, 2010.
  24. 24. Semplice Vs. criptico 1.
  25. 25. Flusso informativo interrotto 2.
  26. 26. Narrazione e convergenza 2.
  27. 27. L’importanza di un blog (e di molte voci) Il blog aiuta a non interrompere il flusso della comunicazione. Costruisce l’immagine professionale. Crea presupposti virtuosi per la serendipità nella ricerca di informazioni.
  28. 28. Facebook avvertenze...
  29. 29. Story bumping Premiati i contenuti pubblicati in precedenza ma che continuano a ricevere interazioni Last actor Premiati i contenuti di utenti con cui si sono registrate le ultime 50 interazioni Click-bait Penalizzati i post che invitano a cliccare senza offrire informazioni esaustive sul contenuto di destinazione Link format Penalizzati gli upload di foto con link “caption” (è ora di pensare a...)
  30. 30. ...Open graph
  31. 31. Facebook tips&tricks
  32. 32. Timeline • Mantenere vivi i post. • Replica e like ad ogni singolo commmento. • Considerare quali vecchi post riprendere per non trascurare il coinvolgimento. • Considerare quali post possono (devono?) essere “spenti” nella timeline.
  33. 33. Foto e album • Condividere l’immagine con un post e solo dopo spostarla in un album. • Caricare al massimo 9 immagini alla volta. • Ricondividere un album di tanto in tanto (“Social proof”).
  34. 34. Contenuti e condivisione • Lo scopo non deve essere la visualizzazione dei post, ma il commento e la ricondivisione dei fan. • Meccanismi di condivisione: la gente condivide quello che vuole che gli amici sappiano di loro. I contenuti vanno pensati in questo senso.
  35. 35. In ordine sparso • Cross-promozione tra pagine. • “40-character group” (post tra i 40 e gli 80 caratteri guadagnano in media +66% su condivisioni, likes e commenti]. • Titolo perfetto = 6 parole. • Le domande sono spesso l’innesco di una conversazione.
  36. 36. A/B test Filtrare il target permette misurazioni più efficaci e un maggiore coinvolgimento del pubblico selezionato a seconda del tipo specifico di contenuto Tab Valutare una “landing page” per le campagne web e una “welcome page” per la pagina ufficiale.
  37. 37. Due audience
  38. 38. Le persone
  39. 39. Le macchine
  40. 40. Le macchine: Pagerank Hummingbird Edgerank https://www.socialbakers.com/edgerankchecker/ http://www.whatisedgerank.com/ Email Mobile Social timing ... ...
  41. 41. A/B test Grazie! (happy posting...)

×