Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Sapri democratica visione

  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Sapri democratica visione

  1. 1. MARTEDI’ 13 DICEMBRE 2011 ASSEMBLEA PUBBLICA
  2. 2. Quale città e quale società vogliamo costruire per il futuro?Obiettivo:sviluppo e vivibilità in uncontesto di coesionesociale, innovazione e creatività
  3. 3.  Una città nuova, più inclusiva, con più spazi di socialità, che favorisca il rinascere di legami sociali, che sappia creare grandi opportunità di lavoro attraverso nuovi modelli sociali; Una politica progressista , rinnovata e trasparente, fondata sulla partecipazione dei cittadini , sul ricambio generazionale e con una chiara identità; Un modello moderno libero dai vecchi schemi, che sia in grado di recepire quella forte richiesta di cambiamento nelle forme e nella sostanza del “fare politica” che arriva dai cittadini;
  4. 4.  Una città senza paura del confronto e del cambiamento. La chiusura verso il nuovo ha generato negli anni solo arretramento che sommato al forte individualismo della nostra società ha soffocato in molti di noi la speranza nel futuro; Guardiamo lontano, partendo da una attenta valutazione degli errori del passato, dobbiamo recuperare entusiasmo e coraggio, per andare oltre senza più paure;
  5. 5.  Una città generatrice di speranza deve essere intransigente sul piano delle responsabilità individuali e collettive; Un rinnovato civismo di cui la nostra idea di politica si deve fare portavoce, i cittadini devono essere i protagonisti del cambiamento; Nuovi strumenti per contrastare l’inadeguatezza della classe dirigente, che ha limitato importanti processi di sviluppo e opportunità ai nostri giovani;
  6. 6.  Una città con più saperi, dove il sapere non è solo l’obbligo scolastico, ma è cultura, educazione al bello, alle arti. Una città che garantisce a tutti il diritto di conoscere ; Una città più verde e più pulita, a misura di bambino, dove si devono abbattere le barriere fisiche, sociali ed economiche. Diciamo basta alle nuove e vecchie forme di disuguaglianza formale e sostanziale.
  7. 7.  Una città più giusta, dove il lavoro, la giustizia sociale, la formazione, l’uguaglianza, la presenza di forti legami sociali, la tutela dei luoghi, la salubrità e la dignità degli spazi privati e pubblici concorrano a far sentire sempre di più “cittadino” ogni suo abitante; À

×