Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.
Upcoming SlideShare
What to Upload to SlideShare
What to Upload to SlideShare
Loading in …3
×
1 of 23

La pubblicita vista dalla quarantena wave 1+2

0

Share

Download to read offline

Consumer's analysis of attitudes towards advertising in the pandemic period 2020 in italy. two waves

Related Books

Free with a 30 day trial from Scribd

See all

La pubblicita vista dalla quarantena wave 1+2

  1. 1. LA PUBBLICITÀ VISTA DALLA QUARANTENA Wave 2 – Aprile 2020 Riservato e confidenziale
  2. 2. È un network italiano di consulenza sull’uso strategico di dati. Si occupa di ricerche di marketing e di opinione, analytics & modelli statistici basati su machine learning & AI. www.hokuto.eu È un’agenzia di ultima generazione che coniuga un vertice solido di strategia e di coordinamento, con una base liquida, selezionando sul mercato i migliori talenti per ogni tipologia di execution. www.conic.agency
  3. 3. Indagine di opinione • Numerosità del campione e universo di riferimento: 800 spettatori televisivi italiani 18+ per circa 44.000.000 di spettatori TV (auditel) • Quote campione per sesso, fasce di età, area geografica • Metodo di raccolta delle informazioni: CAWI (Computer-Assisted Web Interviewing) • Data di realizzazione delle interviste: 19 al 22 Aprile 2020 • Metodo di elaborazione: SPSS – Intervallo di confidenza 95% - +/- 3% • Società: Hokuto di Simone De Battisti LA PUBBLICITÀ IN QUARANTENA – WAVE 2 NOTA METODOLOGICA (INFO PER PUBBLICAZIONE) Riservato e confidenziale30 Aprile 2020 Risultati a confronto con la rilevazione omogenea di marzo 2020 Osservatorio Pubblicità
  4. 4. LA PUBBLICITÀ DOPO 40 GIORNI DI QUARANTENA Argomenti L'ATTIVISMO DEI BRAND DURANTE COVID-19 PROSPETTIVE PER LA FASE 1.5/2.0 Riservato e confidenziale30 Aprile 2020
  5. 5. CONTESTO Riservato e confidenziale30 Aprile 2020
  6. 6. Gli italiani chiedevano alle aziende di non cambiare stile, continuare a intrattenere, a distrarre, a far sorridere. Ma, soprattutto, di raccontare che azioni concrete avessero intrapreso. Le aziende che rispondevano efficacemente a queste richieste rafforzavano così il proprio rapporto con i consumatori, alimentando il loro senso di gratitudine. A Marzo avevamo detto che… Riservato e confidenziale30 Aprile 2020
  7. 7. Nel frattempo molte aziende hanno iniziato a parlare dell’emergenza Riservato e confidenziale30 Aprile 2020 Alcuni approcci tra i 1012 spot usciti dall’inizio del lockdown: proclami, nuovi servizi, inviti alla beneficienza, messaggi di resilienza…
  8. 8. Riservato e confidenziale30 Aprile 2020 Oggi vedremo che Anche durante l'epidemia vale una solida legge del marketing: essere sé stessi, sempre
  9. 9. RISULTATI: LA PUBBLICITÀ Riservato e confidenziale30 Aprile 2020
  10. 10. 11% 10% 31% 32% 42% 35% 16% 23% Per ciascuna delle seguenti affermazioni, indica il tuo grado di accordo. MOLTO ABBASTANZA POCO PER NULLA Ritengo inopportuna la pubblicità in questo momento Senza la pubblicità la TV sarebbe triste La pubblicità: un sorriso ancora più richiesto Base: 800 spettatori TV 18+ - 4% Confronto con wave marzo 2020 Riservato e confidenziale30 Aprile 2020 MOLTO ABBASTANZA POCO PER NULLA
  11. 11. Per ciascuna delle seguenti affermazioni, indica il tuo grado di accordo. Ci sono troppe pubblicità a sfondo coronavirus Ora la pubblicità si confonde con lo sfondo Base: 800 spettatori TV 18+ 21%MOLTO 39%ABBASTANZA La pubblicità ha esagerato nell’adeguare i contenuti alla emergenza 60%Giovani + 50%Giovani + 18%MOLTO 32%ABBASTANZA Riservato e confidenziale30 Aprile 2020 Clicca qui
  12. 12. Per ciascuna delle seguenti affermazioni, indica il tuo grado di accordo. Meno intrattenimento, rimane il servizio Base: 800 spettatori TV 18+ MOLTO ABBASTANZA La pubblicità aiuta a scegliere i prodotti +3% 15% 54% Capita di divertirsi guardando la pubblicità Mi piace guardare la pubblicità, soprattutto in TV 14% 48% -5% 10% 33% -5% Riservato e confidenziale30 Aprile 2020 Confronto con wave marzo 2020
  13. 13. MOLTO ABBASTANZA POCO PER NULLA Quanto ti piace quando una pubblicità mostra… Marzo – la pubblicità era una finestra su un passato e un futuro migliori. 24 Aprile 2020 Riservato e confidenziale Base: 800 spettatori TV 18+ 29% 25% 22% 20% 18% 18% 18% 18% 14% 7% 7% 55% 48% 51% 55% 56% 51% 49% 46% 52% 23% 20% 12% 19% 21% 18% 21% 23% 21% 28% 23% 39% 44% 4% 7% 6% 7% 5% 7% 12% 8% 12% 30% 29% Scene di vita all’aria aperta Bambini che giocano Scene con famiglie a casa Convivialità con molte persone Le persone che lavorano Divertimento e feste, vacanze e viaggi Una marca che raccoglie fondi per ong Persone allegre che acquistano Povertà e miseria, come nel fundraising Lusso e ricchezza Il capo azienda che spiega le azioni o i prodotti della azienda
  14. 14. MOLTO ABBASTANZA POCO PER NULLA Quanto ti piace quando una pubblicità mostra… Una richiesta di positività Base: 800 spettatori TV 18+ 33% 28% 18% 18% 10% 44% 50% 56% 46% 31% 18% 16% 22% 28% 45% 6% 7% 4% 9% 14% Senior - Adulti + Riservato e confidenziale30 Aprile 2020 Messaggi che incoraggiano a superare il momento Scene di vita all’aria aperta Le persone che lavorano Persone allegre che acquistano nei negozi Situazioni che ricordano il virus/la quarantena
  15. 15. Riservato e confidenziale Pubblicità in quarantena: approcci 30 Aprile 2020 Non parlare del covid-19 Parlare del covid-19 E proporre prodotti e servizi di sempre con un tono meno allegro E proporre prodotti e servizi nuovi per affrontare questi giorni E proporre i soliti prodotti e servizi, intrattenendo e facendo sorridere come sempre E non proporre prodotti e servizi nuovi per affrontare questi giorni SOBRIA PROPOSITIVA RICREATIVA RETORICA
  16. 16. Quale pubblicità gradisce di più nelle settimane del Coronavirus, quella che: Riservato e confidenziale Base: 800 spettatori TV 18+ La pubblicità più gradita ci porta oltre la quarantena: utile ed allegra 30 Aprile 2020 SOBRIA PROPOSITIVA RICREATIVA RETORICA 12%​ 37%​ 27%​ 24%​ Adulti + Senior + Giovani +
  17. 17. Riservato e confidenziale30 Aprile 2020 RISULTATI: LE MARCHE
  18. 18. Adesso, UNA MARCA CHE FA PUBBLICITÀ È: In questo periodo particolare, una marca che fa pubblicità in TV è… Comunicare ora in modo corretto è un credito di reputazione per la Storia della marca 23% 22% 18% 11% 5% 5% 16% 30% 25% 13% 7% 9% 7% 10% Una marca che guarda al domani Una marca che sa adattarsi alla situazione Una marca che può offrire sempre qualcosa di utile e conveniente Una marca che non capisce la situazione Una marca forte Una marca che risolve i problemi Non so Marzo Aprile Base: 800 spettatori TV 18+ Dimostra di essere attenta alla situazione, contribuire ad affrontarla Pensa solo a far profitto, fa finta di nulla Riservato e confidenziale30 Aprile 2020 Confronto con wave marzo 2020
  19. 19. 40% 38% 22% trasformino i loro prodotti/servizi in ottica più sostenibile/sociale dedichino più risorse economiche a sostenere iniziative sociali tornino a concentrarsi sui loro prodotti/servizi tradizionali Terminata l'emergenza ti aspetti che le aziende: In questo periodo molte aziende hanno dimostrato grande attenzione per la comunità, i territori, la sanità ed i più deboli. Terminata l'emergenza ti aspetti che: Base: 800 spettatori TV 18+ Senior + Giovani + Riservato e confidenziale30 Aprile 2020 Un cambiamento che deve confermarsi
  20. 20. La pubblicità in quarantena: ancora più benvenuta che a marzo Ok per il 58% Dipende per il 31% Inopportuna per l’ 11% Serve a far scegliere i prodotti 69% la guarda per questo motivo Hanno percepito sostanziali cambiamenti nella pubblicità 60% troppe pubblicità sfondo coronavirus 50% esagerato nell'adattarsi Le persone… La pubblicità… La pubblicità è legittimata a parlare, con il giusto tono anche in tempo di Quarantena, senza confondersi con lo sfondo Gli italiani gradiscono: che incoraggi il superamento della situazione ed che faccia riferimento a situazioni di normalità (lavoro, consumo nei negozi, scene all’aria aperta) I contenuti non devono cambiare. Non devono essere troppo messi in scena i riferimenti alla emergenza o al virus La pubblicità deve essere propositiva o almeno intrattenere Ed invitano le aziende Le marche… in comunicazione in questo periodo Solo per l’7% dimostrano di non aver capito la situazione. Hanno consolidato il proprio valore. Creano aspettativa di una trasformazione di prodotto/processo che perduri Base: 800 spettatori TV 18+ Riservato e confidenziale30 Aprile 2020
  21. 21. NEXT STEP Riservato e confidenziale30 Aprile 2020
  22. 22. Q&A Riservato e confidenziale30 Aprile 2020
  23. 23. GRAZIE! conic.agency hokuto.eu Riservato e confidenziale30 Aprile 2020

×