Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Modulo 5 S

15,423 views

Published on

Published in: Business, Education
  • I have done a couple of papers through ⇒⇒⇒WRITE-MY-PAPER.net ⇐⇐⇐ they have always been great! They are always in touch with you to let you know the status of paper and always meet the deadline!
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
  • You can ask here for a help. They helped me a lot an i`m highly satisfied with quality of work done. I can promise you 100% un-plagiarized text and good experts there. Use with pleasure! ⇒ www.HelpWriting.net ⇐
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
  • There are over 16,000 woodworking plans that comes with step-by-step instructions and detailed photos, Click here to take a look ▶▶▶ https://t.cn/A62YeZUX
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
  • Dating for everyone is here: ♥♥♥ http://bit.ly/369VOVb ♥♥♥
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
  • Sex in your area is here: ❤❤❤ http://bit.ly/369VOVb ❤❤❤
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here

Modulo 5 S

  1. 1. Organizzazione del posto di lavoro 5S e controllo visivo
  2. 2. La filosofia di base delle 5S <ul><li>5S è una strategia d’organizzazione del posto di lavoro per minimizzare lo spreco di tempo = MUDA </li></ul><ul><li>Avere tutto pulito, organizzato, e disposto nella giusta posizione, aumenta la qualità e la produttività perché rende le cose facili da reperire e i problemi più visibili. </li></ul><ul><li>“ Un posto per ogni cosa, ogni cosa al suo posto, pulita e pronta per l’uso” </li></ul>
  3. 3. Cosa sono le 5S? <ul><li>Un processo e un metodo per creare e mantenere un posto di lavoro organizzato, pulito, con alte prestazioni </li></ul><ul><li>Una rigorosa disciplina per il miglioramento continuo </li></ul><ul><li>La base per le attività di produzione snella = Light Lean ® </li></ul>
  4. 4. Perché introdurre le 5S? 5S Operazioniin sicurezza Miglioramento della produttività <ul><li>Flessibilità Rapidi tempi di consegna </li></ul><ul><li>Setup rapido </li></ul><ul><li>Controllo qualità </li></ul><ul><li>Controlli di processo </li></ul><ul><li>Verifica degli errori </li></ul>Affidabilità delle macchine (TPM) Forza lavoro formata e motivata per la gestione di diverse operazioni
  5. 5. 5S : iniziali di 5 parole Giapponesi…. <ul><li>Seiri - Scegliere e Separare. </li></ul><ul><li>Seiton – Semplificare(organizzare) </li></ul><ul><li>Seison – Spazzare ( pulire ) </li></ul><ul><li>Seiketsu - Standardizzare </li></ul><ul><li>Shitsuke - Sostenere nel tempo. </li></ul>Dr. Silvio Marzo – Consulente di Direzione
  6. 6. <ul><li>1: Separare -Dividere e scartare : liberarsi dagli oggetti non necessari </li></ul><ul><li>2: Semplificare - Organizzare , sistemare e mettere ordine </li></ul><ul><li>3: Spazzare - Pulire quotidianamente per identificare subito le anomalie e non conformità </li></ul><ul><li>4: Standardizzare – Stabilire le regole per mantenere le prime 3 “S” ed ispezionare spesso </li></ul><ul><li>5: Sostegno (Auto disciplina ) - Garantire il mantenimento delle 4 “S”, preparando la postazione per altri miglioramenti </li></ul>5S : iniziali di 5 parole Italiane Dr. Silvio Marzo – Consulente di Direzione
  7. 7. 1° “S” = Separare <ul><li>Obiettivo = liberarsi degli oggetti non necessari od inutili ai fini della corretta realizzazione dell’attività . </li></ul><ul><li>Metodo = decidere quello che deve essere mantenuto sulla postazione </li></ul><ul><li>Tecnica = Uso del Cartellini Gialli e Rossi </li></ul><ul><li>Personale coinvolto = gruppo 5S + operatori addetti alla postazione + responsabile di Reparto </li></ul>Dr. Silvio Marzo – Consulente di Direzione
  8. 8. 1 – Separare (Suddividere e scartare) Dr. Silvio Marzo – Consulente di Direzione ” In caso di dubbio, eliminare”.
  9. 9. 1 – Separare Sudd ividere e scartare Dr. Silvio Marzo – Consulente di Direzione ” In caso di dubbio, eliminare”.
  10. 10. Dr. Silvio Marzo – Consulente di Direzione <ul><li>Eliminare lo spreco </li></ul><ul><ul><li>Separando il necessario dall’inutile </li></ul></ul><ul><li>Creare un ambiente di lavoro Sicuro </li></ul><ul><ul><li>Identificare e/o eliminare materiali e condizioni insicure </li></ul></ul><ul><li>Materiali ed attrezzi sono messi nel posto giusto appena entrano nell’area di lavoro </li></ul><ul><li>Migliorare i controlli delle scorte </li></ul>Perché la 1° “S” = Separare ?
  11. 11. 2° “S” = Semplificare <ul><li>Obiettivo = trovare un posto per ogni cosa ,nel modo più semplice e razionale possibile </li></ul><ul><li>Metodo = marcare e disegnare le posizioni di ogni oggetto , attrezzo , ecc , usando colori idonei. </li></ul><ul><li>Tecnica = Uso delle Sagome e delle Aree </li></ul><ul><li>Personale coinvolto = gruppo 5S + operatori addetti alla postazione + responsabile di Reparto </li></ul>Dr. Silvio Marzo – Consulente di Direzione
  12. 12. 2 – Semplificare Organizzare e identificare per agevolare l’uso ” Chiunque dovrebbe essere in grado di comprendere facilmente la corretta disposizione e le anomalie”.
  13. 13. 2 – Semplificare Organizzare e identificare per agevolare l’uso &quot;Chiunque dovrebbe essere in grado di comprendere facilmente la corretta disposizione e le anomalie”.
  14. 14. <ul><li>Facile identificazione dei problemi </li></ul><ul><ul><li>Ogni cosa ha un suo posto ed è al </li></ul></ul><ul><ul><li>suo posto </li></ul></ul><ul><ul><li>Facile identificazione degli articoli fuori posto </li></ul></ul><ul><li>  </li></ul><ul><li>Minimizzare l’errore umano </li></ul><ul><li>Facilità di mettere le cose al loro posto </li></ul><ul><li>  Si risparmia il tempo </li></ul>Perché la 2° “S” = Semplificare?
  15. 15. Semplificare = organizzazione <ul><li>Definire la posizione degli articoli in base alla frequenza del loro uso. </li></ul><ul><li>Decidere come verranno conservati gli articoli e procurarsi il contenitore. </li></ul><ul><li>Stabilire una posizione per il contenitore. </li></ul><ul><li>Etichettare il contenitore e indicare in modo visibile la quantità conservata. </li></ul><ul><li>Fare della corretta disposizione un’abitudine (seguire le fasi 1–4) </li></ul>A Scorte massime (rosso) Scorte minime A-2 X Co 112 XX A-3 Y Co 113 XX A-4 Z Co 114 XX Indirizzo Rivenditore Articolo Cod. nr. Articolo Nome
  16. 16. 3° “S” = Spazzare <ul><li>Obiettivo = usare la pulizia per identificare subito anomalie ed irregolarità di funzionamento </li></ul><ul><li>Metodo = Mantenere il posto di lavoro pulito , ordinato , sicuro e piacevole. </li></ul><ul><li>Tecnica = “Spazzare via” anche le condizioni anomale e fuori controllo </li></ul><ul><li>Personale coinvolto = operatori addetti alla postazione </li></ul>
  17. 17. <ul><li>Un ambiente di lavoro pulito,sicuro e organizzato. </li></ul><ul><li>La pulizia è una forma d’ispezione. </li></ul><ul><ul><li>Lo scopo d’ispezione è quello di trovare I problemi e risolverli in modo che non si ripetano nel futuro. </li></ul></ul><ul><li>  Zero Sudiciume + Zero Sporcizia = Zero Difetti </li></ul><ul><ul><li>Polvere, sudiciume, sostanze estranei e bave ed anche degli incidenti. </li></ul></ul><ul><li>  Un posto di lavoro pulito crea un senso di Orgoglio. </li></ul>Perché la 3 ”S” = Spazzare?
  18. 18. Spazzare (pulizia quotidiana) <ul><li>Assegnare chiare responsabilità agli Operatori </li></ul><ul><li>Identificare le attività di pulizia e manutenzione di routine necessarie </li></ul><ul><li>Verificare oni giorno la 1° “S” (Separare e scartare) </li></ul><ul><li>Pulire l’area di lavoro in preparazione alla 2° “S” (organizzazione) e alla 3°”S” (pulizia quotidiana) </li></ul><ul><li>Pulire l’area ed eseguire ogni giorno tutte le operazioni di manutenzione di routine sui macchinari </li></ul>
  19. 19. 4° “S” = Standardizzare <ul><li>Obiettivo = consolidare le prime 3 “S” attraverso regole definite semplici ed efficaci </li></ul><ul><li>Metodo = creare procedure e std scritti , corredati da grafici e fotografie. </li></ul><ul><li>Tecnica = “Spazzare via” le condizioni anomale e fuori controllo </li></ul><ul><li>Personale coinvolto = operatori addetti alla postazione </li></ul><ul><li>Stabilire “chi fa cosa e quando!” </li></ul>
  20. 20. 4 – Standardizzare Stabilire le regole ed ispezionare spesso ” Ciò che non si sporca non necessita di essere pulito”. ” Ciò che si controlla spesso si guasta meno”.
  21. 21. <ul><li>Rendere le attività lavorative convenienti ed efficienti </li></ul><ul><li>Mantenere l’organizzazione, la nettezza e la pulizia </li></ul><ul><ul><li>Le 5S sono facili da effettuare per una sola volta. </li></ul></ul><ul><ul><li>Quello che è difficile è la costanza e la ripetizione </li></ul></ul><ul><li>Tutti conoscono i propri compiti </li></ul><ul><li>5S è Prevenzione </li></ul><ul><li>Ciò che è pulito e controllato è anche più sicuro </li></ul>Perché la 4° “S” = Standardizzare?
  22. 22. 4° “S” – Standardizzare <ul><li>Una volta che le procedure std per le 5S sono stabilite , il personale operativo deve essere incoraggiato a modificarle, introducendo miglioramenti continui = KAIZEN </li></ul>Dr. Silvio Marzo – Consulente di Direzione “ Ordine e pulizia migliorano efficienza e produtività”
  23. 23. 5° “S” = Sostenere (Autodisciplina) <ul><li>Obiettivo = garantire il mantenimento di tutte le attività ed i miglioramenti realizzati </li></ul><ul><li>Metodo = utilizzare sistematicamente le Procedure Std definite </li></ul><ul><li>Tecnica = effettuare frequentemente verifiche sulla applicazione delle 5S nella postazione </li></ul><ul><li>Personale coinvolto = operatori addetti alla postazione + Team 5S </li></ul>Dr. Silvio Marzo – Consulente di Direzione
  24. 24. 5– Sostegno =Autodisciplina Garantire il mantenimento <ul><li>La leadership della Direzione è la chiave </li></ul><ul><li>La Direzione deve essere impegnata a tutti i livelli delle 5S </li></ul><ul><li>I responsabili devono verificare che ogni operatore rispetti i principi 5S alla fine di ogni giornata </li></ul><ul><li>Usare delle liste per il monitoraggio del rispetto delle 5S </li></ul><ul><li>Quantificare i risultati del luogo di lavoro </li></ul>
  25. 25. <ul><li>La disciplina è un modo di cambiare abitudini e cultura d’Azienda </li></ul><ul><ul><li>La disciplina è come ci si comporta continuamente per fare si chè il personale faccia le cose giuste in modo naturale </li></ul></ul><ul><li>Stimolare il personale </li></ul><ul><ul><li>Ottenere collaborazione vuol dire ottenere suggeriementi ed idee nuove. </li></ul></ul><ul><li>Coinvolgere tutti sul rispetto dei compiti e delle regole. </li></ul><ul><li>Migliorare le prestazioni </li></ul>Perchè Auto-Disciplina?
  26. 26. 5S - Sintesi <ul><li>Crea l’ambiente corretto per effettuare in modo efficiente il lavoro nel Ghemba </li></ul><ul><li>Rappresenta una condizione preliminare per perfezionare la qualità </li></ul><ul><li>Incoraggia il controllo visivo </li></ul><ul><li>Non tollera gli sprechi </li></ul><ul><li>Attribuisce un grande valore alla sicurezza ed all’ambiente di lavoro </li></ul><ul><li>Promuove la soddisfazione dei dipendenti </li></ul>
  27. 27. Dr. Silvio Marzo – Consulente di Direzione 5 S anche negli Uffici !
  28. 28. Il Sistema dei cartellini <ul><li>E’ usato dal personale per identificare subito i materiali che non sono necessari alla postazione </li></ul><ul><li>Si usano generalmente cartellini rossi e gialli </li></ul><ul><li>I cartellini gialli identificano strumenti / attrezzi / materiali soggetti a valutazione ulteriore da parte del Gruppo  dopo diventeranno rossi o saranno rimossi . </li></ul><ul><li>I cartellini rossi sono invece impiegati da subito , come illustrato dopo </li></ul>Dr. Silvio Marzo – Consulente di Direzione
  29. 29. Sistema dei cartellini rossi <ul><li>Gli articoli inutili possano essere chiaramente riconoscibili e rimossi </li></ul><ul><li>Gli articoli restanti, quelli necessari, possano essere organizzati , per un uso migliore. </li></ul>Dr. Silvio Marzo – Consulente di Direzione Etichettare tutti gli articoli inutili con un cartellino rosso in modo che:
  30. 30. Un esempio <ul><li>In molti casi e’ sufficiente usare Cartellini semplici. </li></ul>Dr. Silvio Marzo – Consulente di Direzione Materiale in attesa di valutazione Area / reparto Postazione Materiale Qtà Uso attuale Frequenza d’uso
  31. 31. Applicazione di cartellini rossi: suggerimenti utili <ul><li>Utilizzare un registro dei cartellini rossi per prender nota della destinazione degli articoli. </li></ul><ul><li>Addestrare tutti i partecipanti in merito alla corretta procedura per l’applicazione dei cartellini rossi. </li></ul><ul><li>Procedere con ordine — mappare tutte le aree. </li></ul><ul><li>Non applicare i cartellini rossi alle persone ! </li></ul><ul><li>Nessun compromesso : in caso di dubbio , eliminare! </li></ul><ul><li>Anche alcuni articoli precedentemente valutati necessari possono essere etichettati , se i miglioramenti sono noti o suggeriti. </li></ul><ul><li>Non applicare più cartellini su un oggetto . </li></ul><ul><li>Essere ragionevoli per quel che riguarda articoli decorativi, foto di famiglia, piante, bottiglie d’acqua ecc. </li></ul>Dr. Silvio Marzo – Consulente di Direzione

×