Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

12 news per 12 mesi - edizione 2020

104 views

Published on

Le 12 notizie più importanti del 2020 nel settore dei rifiuti e delle sostanze chimiche

Published in: Environment
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

12 news per 12 mesi - edizione 2020

  1. 1. W H I T E 12 news per 12 mesi 2020
  2. 2. Introduzione
  3. 3. Gennaio Sottoprodotti La Regione Toscana emana le Linee guida per l’applicazione del sottoprodotto nell’industria tessile Il 13 Gennaio 2020 la Regione Toscana approva le Linee Guida sull’applicazione del regime di sottoprodotto nell’industria tessile. Il settore tessile rappresenta un settore chiave nell’industria toscana ed è caratterizzato da diverse tipologie di cascami ottenuti nelle diverse fasi di lavorazione. L’applicazione del regime del sottoprodotto, pur rappresentando uno dei pilastri dell’economia circolare, è stato molto poco utilizzato in Italia per l’assenza di meccanismi e strumenti di qualificazione riconosciuti dalla PA. L’adozione di Linee Guida regionali, analogamente a quanto precedentemente fatto dalla Regione Emilia Romagna, rappresenta un modo per superare tale criticità Le LG sono disponibili qui: https://www2.slideshare.net/wasteandchemicals/linee- guida-sottoprodotto-del-settore-tessile-toscana-dgr-132020
  4. 4. Febbraio A seguito delle modifiche introdotte dalla Legge n. 128 del 2 Novembre 2019 che ha modificato l’art. 184 ter del D.Lgs. N. 152/06, SNPA (Sistema Nazionale di Protezione Ambiente) pubblica le linee guida che descrivono i punti chiave che le Agenzie per l’ambiente verificano, in sede di controllo, ai fini di confermare la qualifica degli End of Waste «caso per caso» rilasciati dalle diverse autorità competenti. Le LG comprendono anche delle indicazioni sui contenuti delle autorizzazioni e della documentazione istruttoria che deve essere presentata dal proponente. Le linee guida sono disponibili a questo link: https://www2.slideshare.net/wasteandchemic als/linee-guida-snpa-end-of-waste-delibera- 672019 End of Waste SNPA pubblica le Linee Guida sull’applicazione della disciplina degli End of Waste
  5. 5. Marzo Ad un anno dalla pubblicazione delle sentenze della ECJ (da C487-17 a C489-17 in merito agli obblighi del produttore sulla classificazione dei rifiuti, SNPA pubblica le linee guida sulla classificazione dei rifiuti. Le linee guida, vincolanti per le Agenzie per l’ambiente, descrivono la procedura di attribuzione dei codici EER e predispongono un elenco commentato che identifica quali siano i codici da identificare come «pericolosi assoluti» «non pericolosi assoluti» «Specchio pericolso» e «Specchio non pericolso». Contengono inoltre le indicazioni per la redazione dei «dossier di caratterizzazione», ovvero quell’insieme di documenti necessari alla corretta classificazione del rifiuto Disponibili qui: https://www.slideshare.net/wasteandchemicals/lg- snpa-2420classificazionerifiuti Classificazione SNPA pubblica le Linee guida sulla classificazione di rifiuti
  6. 6. APRILE Covid 19 La pandemia e li effetti sulla gestione dei rifiuti. La pandemia che ha caratterizzato il 2020 ha fatto sentire i suoi effetti anche nella gestione dei rifiuti. Tra gli eventi da ricordare si ha: - La proroga della scadenza MUD al 30 giugno - La modifica delle tempistiche e dei volumi ammessi al deposito temporaneo - La proroga delle autorizzazioni ambientali in scadenza La Commissione Europea ha inoltre emanato uno specifico vademecum sulla gestione dei rifiuti prodotti a seguito della pandemia. (https://ec.europa.eu/info/sites/info/files/waste_managemen t_guidance_dg-env.pdf) MATTM ed SNPA aveva dato indicazioni specifiche nel mese di Marzo (https://www.slideshare.net/wasteandchemicals/nota-snpa- 23-32020-covid-19 e https://www.minambiente.it/sites/default/files/archivio/eci_c ircolare_covid_19.pdf )
  7. 7. MAGGIO Covid 19 Continuano i provvedimenti relativi alla gestione dei rifiuti prodotti a seguito del COVID 19. L’esteso impiego di mascherine di protezione e guanti ha portato alla creazione di una nuova tipologia di rifiuto. L’Istituto Superiore di Sanità attraverso il Rapporto ISS Covid 19 n. 26/2020 fornisce indicazioni in merito alla classificazione dei DPI. Tali rifiuti, se prodotti in ambito domestico, devono essere classificati con EER 200301 Se prodotti da attività non domestiche il codice suggerito è 150203* «Assorbenti, materiali filtranti, stracci e indumenti protettivi, diversi da quelli di cui alla voce 150202» Il rapporto ISS è disponibile qui: https://www.slideshare.net/wasteandchemicals /37501-rapporto-isscovid19n262020
  8. 8. GIUGNO REACH Novità per PFOA, Microplastiche e SDS Con il regolamento 2020/874/UE viene modificato l’allegato I del Regolamento 1021/2019/UE e viene stabilito un valore limite per il PFOA. Il regolamento entra in vigore dal 4 luglio 2020 Con il regolamento 2020/878/UE (https://eur- lex.europa.eu/legal- content/IT/TXT/PDF/?uri=CELEX:32020R0878&from=IT) la Commissione Europea stabilisce le nuove modalità per la compilazione delle Schede di Sicurezza a partire dal 1° gennaio 2021 Continua inoltre l’attività di ECHA nel campo delle microplastiche. Il RAC (Risk Assessment Committee) ha adottato la proposta di ECHA sulla restizione dell’uso di miscroplastiche che sono state intenzionalmente aggiunte con concentrazioni superiori allo 0.01% w/w https://youtu.be/Inmg5DmgdO8
  9. 9. LUGLIO Decreti EoW Pubblicati i decreti EOW per la gomma da PFU e i minerali recuperati dallo spazzamento stradale Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto 31 Marzo 2020 n. 78 «Regolamento recante la disciplina per la cessazione della qualifica di rifiuto della gomma vulcanizzata da pneumatici fuori uso». Il DM entra in vigore dal 5 Agosto. Il testo è disponibile qui: https://www.slideshare.net/wasteandchemicals/d m-78-2020-gomma-da-pfu Viene inoltre notificato alla Commissione Europea lo schema di decreto per la cessazione della qualifica di rifiuto della componente inerte non pericolosa dello spazzamento stradale.
  10. 10. AGOSTO POPs Ulteriori modifiche al regolamento 1021/2019/UE Introdotte nuove modifiche al Regolamento n. 1021/2019 relativo ai POPs. Con il regolamento 2020/1203/UE viene modificata la voce, all’allegato I, relativa al PFOS (acido perfluorottanoico) inserendo una deroga specifica all’uso PFOS in alcuni sistemi di abbattimento usati nella cromatura Con regolamento n. 2020/1204/UE viene invece introdotto, tra le sostanze di cui è vietata la fabbricazione, l’immissione in commercio e l’uso, il DICOFOL, un pesticida organclorurato utilizzato come acaricida
  11. 11. SETTEMBRE Il pacchetto economia circolare Emanati i decreti di recepimento delle direttive costituenti il cd. «Pacchetto Circular Economy» Dopo un lungo iter parlamentare sono emanati il 3 settembre 2020, i Decreti legislativi che recepiscono: Direttiva 2018/851 /UE  D.Lgs. 116/2020 Direttiva 2018/852 /UE D.Lgs. 116/2020 Direttiva 2018/849/UE D.Lgs. 118/2020 e D.Lgs. 119/2020 Direttiva 2018/850 /UE  D.Lgs. 121/2020 I decreti modificano profondamente il Testo Unico Ambientale D.Lgs. 152/06, il decreto D.Lgs. N. 36/2003 «discariche» e le normative relative ad imballaggi, RAEE, Pile ed Accumulatori. I cambiamenti introdotti, in linea con le indicazioni comunitarie, portano ad una estensione dei sistemi di responsabilità del produttore (EPR), alla preparazione per il riutilizzo e alla incentivazione delle attività legate alla riduzione della produzione di rifiuti. Ma molti problemi restano irrisolti.
  12. 12. OTTOBRE REACH e Rifiuti ECHA lancia il database SCIP per le sostanze preoccupanti Il 28 ottobre 2020, ECHA rende disponibile il Database SHIP (Substances of Concern In articles as such or in complex objects -Products), una banca dati di informazioni sulle sostanze che destano preoccupazione in articoli in quanto tali o in oggetti complessi. Nell’ambito dell’obbligo di comunicazione previsto all’art. 33 del REACH, i produttori di articoli che contengono SVHC presenti nell’elenco di sostanze candidate dell’ECHA in una concentrazione superiore a 0,1 % peso/peso dovranno notificarli alla banca dati SCIP. Tale politica si inserisce nell’ottica dell’economia circolare per meglio identificare e gestire le sostanze contenute nei rifiuti avviati alla filiera del recupero (vedi Comunicazione sulle sostanze ereditate SWD(2018) 20 final) «Abbiamo bisogno di sapere di più sulle sostanze chimiche pericolose nei prodotti in modo che possano essere riciclati in sicurezza» Sono le parole di Bjorn Hansen Direttore di ECHA
  13. 13. NOVEMBRE Preparazione per il riutilizzo Il MATTM non ha emanato il decreto per la semplificazione della preparazione per riutilizzo Il D.Lgs. 116/2020 ha definito all’art. 214 ter la possibilità per le imprese che effettuano la preparazione per il riutilizzo di prodotti o componenti diventati rifiuti la possibilità di essere avviate per mezzo di una SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività). La preparazione per il riutilizzo è uno dei temi ricorrenti introdotti dal D.Lgs. 116/2020 tanto da prevedere aree dedicate all’interno dei centri di raccolta comunali. Per meglio disciplinare tale attività il Ministero avrebbe dovuto emanare entro 60 giorni dall’entrata in vigore del D.lgs. 116/2020 (ovvero il 25 Novembre 2020) un apposito decreto.
  14. 14. DICEMBRE Trasporto rifiuti L’intervento dell’Albo per la raccolta e il trasporto dei «nuovi rifiuti urbani» Il D.Lgs. 116/2020 ha modificato la definizione di rifiuti urbani estendendone l’applicazione ai rifiuti prodotti dalle aziende di cui all’allegato L-quinques e identificati dagli EER di cui all’allegato L-quater. La definizioni si applica dal 1 Gennaio 2020. Molti di questi rifiuti erano raccolti da aziende private autorizzate in Categoria 4 (rifiuti non pericolosi) o in Categoria 2Bis (Trasporto in conto proprio). A partire dal tale data non avrebbero più potuto farlo a meno di non iscrivere i propri mezzi in Categoria 1. L’Albo Gestori con delibera n. 4 del 22 Dicembre 2020 ha definito che le aziende iscritte in categoria 4 e 2bis potranno raccogliere e trasportare i rifiuti «diventati urbani» possono effettuare la raccolta e il trasporto di detti rifiuti ove divenuti urbani in data successiva al 31 Dicembre 2020
  15. 15. WasteandChemicals vi augura un FELICE 2021
  16. 16. CirconvallazioneGianicolense,216E 00152Roma,Italia www.wasteandchemicals.eu Mail:info@wasteandchemicals.eu Tel.+390645675590/1

×